Imperia: 350 pedaggi autostradali non pagati in un anno, 57enne assolto in Tribunale. “Insufficienza di prove” / La sentenza

Giudiziaria Imperia

Il 57enne è stato assolto questa mattina in Tribunale a Imperia, in quanto non è stato possibile dimostrare che ci fosse lui alla guida dell’auto.

Assolto per insufficienza di prove. È questa la sentenza pronunciata oggi in Tribunale a Imperia dal giudice monocratico Francesca Minieri, nell’ambito del processo che vedeva sul banco degli imputati un 57enne francese (difeso dagli avvocati Mario Leone e Sabrina Amoretti), accusato di insolvenza fraudolenta per non aver pagato il pedaggio dell’autostrada per oltre un anno.

Accusato di insolvenza fraudolenta: 57enne assolto in Tribunale

I fatti risalgono al periodo tra il luglio del 2014 e l’ottobre del 2015. Secondo l’accusa, il 57enne francese, a bordo della sua auto, una Volkswagen, non avrebbe mai pagato il pedaggio dell‘autostrada A10, accodandosi agli automobilisti che lo precedevano e passando non appena si alzava la sbarra.

In particolare, i pedaggi inevasi sarebbero stati 350, per un totale di 33.900 euro, e sarebbero avvenuti ai caselli di Ventimiglia, Sanremo e Imperia. Il tutto è stato ripreso dalle telecamere dell’Autostrada dei Fiori che ha fatto scattare la denuncia.

Il 57enne è stato assolto questa mattina in Tribunale a Imperia, in quanto non è stato possibile dimostrare chi fosse alla guida dell’auto.

 

Segui Imperiapost anche su: