Imperia: ufficiale, la De Vizia gestirà la raccolta rifiuti, ecco i punti chiave del nuovo servizio. “Per gli over 75 ritiro al piano”/ Foto e video

Attualità Imperia

È la De Vizia Transfer Spa la ditta vincitrice della gara d’appalto indetta dal Comune di Imperia per il nuovo servizio di gestione della raccolta rifiuti porta a porta.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Abbiamo il nuovo gestore per 5 anni del servizio di raccolta rifiuti”. Lo ha annunciato il Sindaco Claudio Scajola, all’apertura della seduta odierna del Consiglio Comunale, confermando l’affidamento alla De Vizia Transfer Spa.

Rifiuti: ufficiale appalto alla De Vizia

È la De Vizia Transfer Spa la ditta vincitrice della gara d’appalto indetta dal Comune di Imperia per il nuovo servizio di gestione della raccolta rifiuti porta a porta.

Lo scorso venerdì 4 ottobre, la commissione giudicatrice ha confermato, con un ribasso d’asta del 2,630% (0,003% rispetto al primo conteggio), il miglior punteggio della società De Vizia Transfer nella gara d’appalto per l’affidamento del nuovo servizio di raccolta rifiuti a Imperia.

Oggi, il dirigente del settore ambiente e responsabile unico del procedimento Alessandro Croce, ha firmato la determina dirigenziale per l’affidamento del servizio alla ditta vincitrice.

Ricordiamo, però, che, nel corso della Commissione, tutte le ditte partecipanti hanno fatto mettere a verbale la richiesta di annullare la gara d’appalto, a causa di vizi di forma nell’espletamento della procedura.

Claudio Scajola

“Con determina dirigenziale 12/82, del 7 ottobre 2019, il dirigente del settore ambiente ha determinato, attraverso utilizzo della procedura aperta per affidamento servizio rifiuti, con l’atto di aggiudicazione. Si è conclusa così una vicenda importante, avendo il nuovo gestore per 5 anni della raccolta rifiuti, prendendo atto del risultato della commissione che ha individuato come vincitore De Vizia, anche attraverso la verifica ulteriore di pareri legali, con un’offerta al ribasso del 2,630″.

Appalto rifiuti: migliorie e potenziamenti

“Avremo migliorie e potenziamenti nei ritiri – ha spiegato l’assessore all’ambiente Laura Gandolfo – abbiamo diviso le utenze in utenze domestiche, utenze non domestiche piccoli produttori, grandi produttori e food. Questo perché ci siamo resi conto che certi negozi possono lasciare carrellato tutto il weekend fuori e questo non deve succedere, quindi abbiamo tolto il ritiro dell’organico alla domenica per i no food.

Abbiamo diviso il periodo invernale e dai periodi di alta stagione (comprese festività). Nel periodo invernale avremo per le utenze domestiche un ritiro in più di carta e di vetro, oltre che di plastica come richiesto, un ritiro in più di vetro per i piccoli produttori, un ritiro in più di cartaimballaggi e vetro per i grandi produttori food. Nel periodo estivo e di alta stagione avremo un ritiro in più di organico per le utenze domestiche, un ritiro in più di carta e di vetro, e per 7 giorni su 7 due ecomobili per seconde case all’uscita delle autostrade. Avremo degli aumenti di servizio di spazzamento.

Per le persone over 75 anni o altri casi particolari ci sarà il servizio al piano di ritiro dei rifiuti, un supporto per le badanti”.

La discussione in Consiglio Comunale

Luca Lanteri

“L’informazione che ci ha dato contribuisce in modo sostanziale alla discussione. Abbiamo voluto portare la discussione in Consiglio Comunale perché il problema dello smaltimento dei rifiuti è il problema della città di Imperia, la pratica più importante dell’amministrazione Scajola e determina la qualità della vita della città. Siamo arrivati ad avere dal Sindaco l’informazione della risoluzione, ma dovevamo comunque parlarne. Ci sono tante cose che abbiamo il dovere di esaminare, bisogna che la città sappia cosa sta succedendo e dovrà succedere.

È un servizio importantissimo che tocca l’utenza e l’intera città. Tutti partecipano al pagamento ed è una cifra considerevole.

Avevamo detto che eravamo favorevoli al porta a porta, ma ragionato e non spinto. L’amministrazione Scajola quando si è insediata ha nominato l’assessore all’ambiente, Gianesini, che poi non abbiamo capito se era ingegnere o meno, introdotto come persona altamente qualificata che avrebbe portato le soluzioni. Abbiamo visto tutti come è finita. Non abbiamo saputo ancora adesso se era laureato o meno come era stato dichiarato negli atti. Dopo due mesi è stata fatta un’ordinanza che a mio parere era illegittima, perché non era un problema contingibile e urgente.

Il risultato che avete ottenuto sulla differenziata è ottimo, il problema è che lo avete fatto con procedure sbagliate e che non potevate eseguire. Ve ne siete assunti le piene responsabilità.

Speriamo che contenziosi non ci siano, speriamo che ci siano più controlli e sanzioni. Siete voluti andare avanti con il porta porta spinto che ha creato tanti problemi, in questi 14 mesi mi sono convinto ulteriormente”.

Guido Abbo

“Noi siamo d’accordo con il porta a porta, ma ci sono dei però, come le scelte di non proseguire con l’affidamento in house, di fare un capitolato con un approccio graduale e misurato. I cittadini devono abituarsi, è vero, ma a un servizio che funziona.

Il passaggio al porta a porta è un fatto culturale, va fatto con la formazione. Voi non ne avete fatta, anche se avevate la possibilità di farlo. La ditta che ha vinto la farà, ma è già tardi perché i cittadini sono già stufi. Il porta a porta fatto così è una tragedia. L’auspicio è che la nuova società possa gestire l’appalto decentemente”.

Andrea Landolfi

“L’amministrazione sta facendo molto e molto bene. Un mastello non svuotato fa più notizia che molti cantieri aperti. Lanteri forse lei cerca di cavalcare un’onda che non c’è, forse vuole recuperare visibilità. Il servizio ha sicuramente dei problemi e ci sono zone della città che versano in condizioni difficili. Ma se avessimo ritardato la partenza sarebbe andato meglio? Saremmo allo stesso punto. Ci sono diversi soggetti e ognuno ha propria responsabilità”.

Monica Gatti

“La differenza tra maggioranza e minoranza è nel metodo. Quando si parla di rifiuti non si tocca solo il tema economico. Qui si parla solo di costi. Il risultato che dobbiamo ottenere è quello di avere una città pulita”.

Alessandro Savioli

“La città è sporca, è sotto gli occhi di tutti. Con il porta a porta spinto si è entrati a gamba tesa sulla città e i cittadini. I cittadini sono esasperati dai mastelli. Speriamo che la ditta verifichi bene la conformazione del territorio. Speriamo non ci siano altri intoppi”.

Assessore Laura Gandolfo

“Non ci sono stati pasticci, né dalla commissione né dall’amministrazione, ci sono stati dubbi legittimi e vanno interpellate le persone competenti. Non c’era niente di urgente? C’era una legge del 2006 che obbligava ad arrivare al 65% di raccolta differenziata entro il 2012. Abbiamo scelto un percorso difficile, siamo arrivati a questa scelta nel 2019. Abbiamo chiuso marzo con il 71,97% di percentuale di raccolta differenziata, in soli 2 mesi. Lecco è partito nel 2009 ed è rimasto fino al 2015 sotto il 65%, Vercelli ci ha messo 3 anni dal 2010 per sforare il 65%.

Siamo passati da un costo di discarica di 2 milioni 270 mila euro del 2018, a un costo di discarica che in proiezione è di 1 milione e 200 mila euro, e 2.200 tonnellate di rifiuti in meno.

Non siamo pentiti, nonostante la minoranza abbia ostacolato in ogni modo il progresso ambientale.

Avremo migliorie e potenziamenti nei ritiri, abbiamo diviso le utenze in utenze domestiche, utenze non domestiche piccoli produttori, grandi produttori e food. Questo perché ci siamo resi conto che certi negozi possono lasciare carrellato tutto il weekend fuori e questo non deve succedere, quindi abbiamo tolto il ritiro dell’organico alla domenica per i no food.

Abbiamo diviso il periodo invernale e dai periodi di alta stagione (comprese festività). Nel periodo invernale avremo per le utenze domestiche un ritiro in più di carta e di vetro, oltre che di plastica come richiesto, un ritiro in più di vetro per i piccoli produttori, un ritiro in più di cartaimballaggi e vetro per i grandi produttori food. Nel periodo estivo e di alta stagione avremo un ritiro in più di organico per le utenze domestiche, un ritiro in più di carta e di vetro, e per 7 giorni su 7 due ecomobili per seconde case all’uscita delle autostrade. Avremo degli aumenti di servizio di spazzamento.

Per le persone over 75 anni o altri casi particolari ci sarà il servizio al piano di ritiro dei rifiuti, un supporto per le badanti”.

La diretta di ImperiaPost del Consiglio Comunale

#ConsiglioComunale #Imperia.Oggi si parla di #rifiuti, #appalto, #turismo, #asilinido, #cimiteri

Pubblicato da Imperiapost.it su Lunedì 7 ottobre 2019

#ConsiglioComunale #Imperia. Oggi si parla di #rifiuti, #appalto, #asilinido, #turismo, #cimiteri

Pubblicato da Imperiapost.it su Lunedì 7 ottobre 2019

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!