FALLIMENTO PORTO DI IMPERIA SPA – CAPACCI:”NON ABBIAMO UN PIANO B, IL COMUNE HA L’ARMA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE”

Attualità Home Porto di Imperia

Capacci: “Il fallimento è stato causato dalla volontà delle banche di non voler fare la transazione”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Capacci foto

Imperia – Interpellato da ImperiaPost, il sindaco Carlo Capacci ha rotto il silenzio stampa indetto ieri dopo l’annuncio del fallimento della Porto di Imperia S.p.A.

“A mio parere – ha detto Capacci il fallimento è stato causato dalla volontà delle banche di non voler fare la transazione. Sarebbe opportuno che io incontrassi i curatori fallimentari prima di poter fare qualunque altra valutazione”.

Il Comune ha un piano B?

“Noi il piano B non l’abbiamo mai avuto. L’esito non era scontato. poteva andare a buon fine il concordato. Ora studieremo un piano B che poi diventerà il piano A. Il comune ha in mano l’arma della concessione demaniale marittima”.

Sarà revocata la concessione?

“Stiamo valutando non posso esprimermi su questo argomento. Credo che questo caso farà giurisprudenza in Italia, bisogna essere ben preparati e non improvvisare perciò mi avvarrò di alcuni pareri legali”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!