Imperia: non c’è pace per Salita Gallita tra bivacchi, bottiglie di vetro e siringhe. Esplode protesta residenti. “Ora basta, pronti a raccolta firme” / Le immagini

Attualità Imperia

“Se davvero si vuole fare turismo si dovrebbero incentivare i percorsi cittadini che portano ai luoghi di interesse, perciò, a maggior ragione, Salita Gallita andrebbe resa presentabile”.

“Non ne possiamo più, faremo una raccolta firme e il Comune ci dovrà ascoltare”. Così affermano i residenti, all’ennesima segnalazione di degrado in salita Gallita, più volte saltata agli onori della cronaca per la presenza di rifiuti e bivacchi continui.

Salita Gallita: degrado senza fine

“Sono anni che lottiamo per avere più decoro e controlli nella zona – affermano i residenti – l’ultima segnalazione ai giornali risale al mese scorso e da qual momento non è cambiato nulla, anzi, ci sono ancora più bottiglie e anche una siringa.

Sono almeno due mesi che nessuno pulisce la salita continuano – il problema è proprio questo, che la pulizia non è mai costante. Inoltre, sarebbero necessari maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine per evitare situazioni di scarsa sicurezza.

Notte e giorno le panchine sono frequentate da giovani e meno giovani che bivaccano, bevono e fumano, lasciando poi a terra tutto, comprese bottiglie di vetro rotte, pericolose per bambini e animali, senza contare l’inquinamento che ne deriva.

Per questi motivi vogliamo organizzare una raccolta firme da portare in Comune per salvaguardare la nostra sicurezza e il decoro della via.

C’è anche da sottolineare – concludono – che salita Gallita è la strada pedonale che conduce a Villa Grock. Se davvero si vuole fare turismo si dovrebbero incentivare i percorsi cittadini che portano ai luoghi di interesse, perciò, a maggior ragione, andrebbe resa presentabile”.

 

Segui Imperiapost anche su: