23 Luglio 2024 04:22

Cerca
Close this search box.

23 Luglio 2024 04:22

X-Factor 2019: Booda, l’inedito “Elefante” masterizzato a Imperia da Giovanni Nebbia. “Felice della collaborazione”

In breve: Tra i gruppi in gara, oltre alla band imperiese Seawards, eliminata nel corso del quarto live show,  ci sono anche i Booda.

C’è un po’ di Imperia nel nuovo inedito dei Booda, uno dei gruppi in gara alla 13ª edizione di X-Factor Italia.

Ad essersi occupato della masterizzazione, infatti, è stato l’imperiese Giovanni Nebbia, Sound Engineer dell‘Ithil World Mastering & Recording Studio.

X-Factor 2019: l’inedito dei Booda masterizzato da Giovanni Nebbia

Tra i gruppi in gara, oltre alla band imperiese Seawards, eliminata nel corso del quarto live show, ci sono anche i Booda che, dopo la puntata di ieri, sono in gara per la semifinale. Il loro inedito, che su YouTube ha già migliaia di visualizzazioni, si intitola “Elefante” ed è stato masterizzato a Imperia da Giovanni Nebbia.

Ecco cosa ha raccontato a ImperiaPost sull’esperienza.

Com’è nata la collaborazione?

“Da diverso tempo collaboro con Alessandro Bavo. Lui, insieme a Samuel, è il produttore che sta seguendo i gruppi di X-Factor 2019.

Grazie alla fiducia che hanno nei miei confronti, ho quindi avuto l’opportunità di occuparmi del nuovo inedito dei Booda.

Ho svolto il mio lavoro di master of engineering. Il pezzo ha una forte componente elettronica, stile dubstep, una bella sfida”.

Hai avuto contatti diretti con gli artisti?

“No, come spesso accade ho lavorato tramite la rete. Mi sono sentito con chi ha prodotto, Bavo e Samuel, e mixato, Marcello Succo.

Grazie anche al buon rapporto con Alessandro Bavo, che ha sempre le idee chiare su quello che vuole, ci siamo trovati subito in sintonia”.

Una grande soddisfazione?

“Certamente. È un “bel lavorare”, sia sotto il profilo della qualità sia del rapporto umano. Inoltre, è un’ulteriore occasione per nuove collaborazioni e opportunità future. Uno di quelli tasselli che vanno a costruire la propria carriera lavorativa”.

Ecco il brano dei Booda

Condividi questo articolo: