Crollo viadotto A6, il drammatico racconto dell’imperiese Fulvio Balestra. “Pochi secondi e sarei volato giù”

Cronaca Cronaca Imperia

Balestra, a bordo della sua auto, è riuscito a fermarsi poche decine di metri prima della voragine.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

C’era anche l’imperiese Fulvio Balestra sul viadotto dell’Autostrada A6 Torino-Savona crollato nel primo pomeriggio di oggi, domenica 24 novembre, a seguito dell’ondata di maltempo che ha travolto Liguria e Piemonte.

Balestra, a bordo della sua auto, è riuscito a fermarsi poche decine di metri prima della voragine.

Crolla viadotto A6: il racconto dell’imperiese Fulvio Balestra

“Stavo percorrendo la Torino-Savona per andare a prendere mio figlio a Prato Nevoso – racconta Balestra, ex consigliere comunale, a ImperiaPost – quando ho visto alcune macchine ferme davanti a me, con le quattro frecce. Sono sceso dall’auto e ho chiesto cosa fosse successo. Nessuno sapeva ancora nulla. Siamo andati a vedere insieme, con alcune persone,  dopo una decina di metri ci siamo ritrovati davanti una voragine. E’ stato davvero terribile.

Subito dopo sono arrivati i Vigili del Fuoco che hanno iniziato i soccorsi. Ci hanno fatto fare inversione di marcia e siamo tornati indietro. Al ritorno mi sono fermato a prendere un caffè. Mi tremavano le gambe. Ancora pochi secondi e sarei volato giù con la mia auto.  Il viadotto è crollato appena dopo il passaggio di due camion. Ho ancora in mente la tragedia del Ponte Morandi”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!