Qualità della vita 2019: per il Sole 24 Ore Imperia è 89ª, crollo dal 1990 a oggi. Primo posto per il clima / Tutti i dati

Attualità Imperia

Gli indicatori sono, come negli scorsi anni, ricchezza e consumi, affari e lavoro, ambiente e servizi, demografia e società, giustizia e sicurezza, cultura e tempo libero. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

È impietosa la nuova classifica pubblicata dal Sole 24 Ore sulla qualità della vita nelle province italiane. La provincia di Imperia, infatti, si è posizionata all’89° posto.

Al primo posto Milano, per il secondo anno consecutivo.

Qualità della vita 2019: maglia nera per la provincia di Imperia

Gli indicatori sono, come negli scorsi anni, ricchezza e consumi, affari e lavoro, ambiente e servizi, demografia e società, giustizia e sicurezza, cultura e tempo libero. 

Nel dettaglio, Imperia ha ottenuto il punteggio peggiore nell’ambito di giustizia e sicurezza (100° posto), dove si registrano dati come 4.799 denunce per delitti ogni 100 mila denunce, 105 denunce per reati legati agli stupefacenti e 55 denunce per rapine. Simile posizionamento per l’indicatore demografia e società (99° posto), dove Imperia si trova 101ª in graduatoria per l‘indice di vecchiaia, 102ª per il tasso di mortalità e 92ª per mortalità per tumore. 89° posto per quanto riguarda ricchezza e consumi.

Risultati migliori nell’ambito di ambiente e servizi (55° posto), grazie soprattutto al primo posto per l’indice del clima e il 13° posto per la qualità dell’aria.

Si posiziona al 33° posto per quanto riguarda l’indicatore di cultura e tempo libero. In particolare, Imperia è al 2° posto per il numero di ristoranti e bar ogni 100 mila abitanti (1.095) e al 6° posto per il numero di librerie ogni 100 mila abitanti (11,2).

Circa a metà della classifica (53° posto) nell’ambito di affari e lavoro, sebbene il risultato riguardante il tasso di disoccupazione (78° posto) non sia confortante. Secondo i dati Istat, infatti il 13,5% della popolazione tra i 14 e i 74 anni è disoccupato. Più alto ancora il tasso di disoccupazione giovanile (32,9%).

Allarmante il fatto che, dal 1990 al 2019, la provincia di Imperia sia crollata dal 50° posto all’89°.

Per il report completo:

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!