Coronavirus, Liguria: “Case di riposo, 86% anziani negativo al virus”. Toti annuncia risultati test sierologici

Attualità Coronavirus

Toti: “Terminati i test sierologici nelle Rsa”. Giampedrone: “Mascherine? Distribuzione terminerà il 27 aprile”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

“I test sierologici sono conclusi. L’86% degli anziani delle residenze sanitarie liguri è negativo al Coronavirus perché mai entrato in contatto o immunizzato”. Lo ha dichiarato questa sera, nel consueto punto stampa quotidiano, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Coronavirus, Liguria: personale sanitario, solo l’8% positivo

“I test effettuati in Liguria sono 33.007 – ha dichiarato Toti – Oggi sono stati eseguiti 1456 tamponi. I positivi in Liguria sono 4750, 37 in più di ieri. Il dato sull’aumento dei contagi si è stabilizzato. Continua il trend in discesa. Cala anche il numero degli ospedalizzati.

I test sierologici sono ormai giunti al termine. Per quanto concerne le Rsa, l’86% degli anziani è risultato negativo, immunizzato o non è mai entrato in contatto con il virus. Solo il 14% è risultato positivo. Per quel che riguarda, invece, il personale, solo l’8% è risultato positivo. Il 92% è risultato negativo, immunizzato o non è mai entrato in contatto con il virus.  

Sono dati positivi, che ci confermano il fatto che la costante attenzione su queste strutture ha portato risultato anche in un momento così delicato.

Sul fronte del personale della sanità, invece, sono stati eseguiti 15 mila test sierologici. Il 96% di medici e infermieri è risultato negativo. Un dato coerente con i test molecolari eseguiti sul personale sanitario su disposizione del Governo. Test secondo cui solo il 3% del personale è risultato positivo”.

Infine una nota sulla campagna elettorale. Il Consiglio dei Ministri ha deciso di prolungare le legislatureregionali in scadenza sino a fine agosto, con una finestra di voto dal 6 settembre a fine novembre. Le Regioni non sono state consultate.

Avevamo chiesto una finestra per il voto nel mese di luglio. Riteniamo che la stagione estiva resti il periodo più sicuro per le elezioni. Riteniamo, se l’epidemia lo consentirà, sia necessario reintrodurre una finestra di voto a fine luglio.

Nel caso non sia possibile abbiamo proposto di andare al voto entro la prima metà del mese di settembre, prima del possibile ritorno del virus o di eventi meteo estremi che hanno colpito non solo nostra regione, ma anche ad esempio il Veneto”.

Sonia Viale

“Oggi in videoconferenza ho incontrato i sindacati degli anziani. E’ stato un confronto corretto, leale. L’obiettivo è garantire la continuità dell’assistenza nelle Rsa e il miglioramento dei servizi. 

E’ notizia di oggi la proposta del Governo di costituire una unità nazionale di operatori socio sanitari dedicati a residenze sanitarie e carceri. In particolare mille destinati alle carceri e 500 alle residenze sanitarie per anziani. 

Noi abbiamo espresso contrarietà. In primis perché si tratterebbe di adesioni volontarie, il che rischierebbe di pesare sui sistemi sanitari. In secondo luogo perché riteniamo la proporzione non coerente con la situazione. O non è vero che c’è un’emergenza sanitaria nella Rsa oppure i numeri vanno invertiti. Basti pensare che nelle carceri liguri, dove per altro partiranno test sierologici a tappetto sia sugli  agenti agenti di Polizia Penitenziarie che sui detenuti, sino ad oggi si sono registrati solo due casi, un agente e un detenuto”.

Giacomo Giampedrone: “mascherine, distribuzione terminerà il 27 aprile”

“La questione più importante riguarda l’arrivo della Costa Deliziosa nel porto di Genova. La Costa Deliziosa è partita da Barcellona e naviga verso Genova. A bordo 1631 passeggeri e 900 membri dell’equipaggio. Non ci sono casi conclamati di Coronavirus. C’è una persona deceduta il 6 aprile. Domattina la sanità marittima deciderà se sottoporre la salma al tampone. Mercoledì inizieremo le operazioni di sbarco, il più veloci possibili. 

Questa mattina si è tenuto un check con Poste Italiane per quel che concerne le mascherine. Siamo al 50% della distribuzione. Terminerà il 27 aprile prossimo. Vi diremo poi come proseguirà la distribuzione ad opera della Regione Liguria, che non sarà più quella delle Poste”. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!