Coronavirus, Liguria: ecco “iFeel-You”, il bracciale che misura la distanza tra le persone. “A meno di un metro inizia a vibrare”/Foto e Video

Attualità Coronavirus

Un braccialetto elettronico per misurare le distanze tra le persone e la temperatura corporea. Il prototipo è stato presentato questa mattina, presso la sala stampa della Regione Liguria, alla presenza del Presidente Giovanni Toti e dei rappresentanti dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).

Il bracciale “iFeel-You“, pensato per l’avvio della FASE 2 e la ripresa delle attività produttive, è attualmente in fase di studio e progettazione. L’IIT sta cercando aziende disposte a produrlo.

Coronavirus: ecco come funziona il bracciale per misuratore le distanze tra persone

Il bracciale, privo di GPS e nel rispetto della privacy, rileva la presenza di altri bracciali nella zona attraverso dei segnali radio. Se la distanza minima tra le persone, necessaria per cercare di contenere la diffusione del Coronavirus, si riduce entro un metro, il bracciale emette un impulso visivo e inizierà a vibrare.

Oltre alla distanza il bracciale sarà in grado, in futuro, di misurare anche la temperatura corporea di chi lo indossa.  Il bracciale “iFeel-You” è stato pensato per essere utilizzato, in particolar modo, nelle strutture pubbliche e commerciali.

Presentazione “iFeel-You”: l’intervento del presidente della Liguria, Giovanni Toti

“È un contributo molto importante per cercare di ridurre la diffusione del virus. Da lunedì il nostro paese entrerà nell’era delle regole e non dei divieti. Queste regole sono affidate al comportamento delle singole persone.

La distanza è una delle principali difese alla diffusione del virus, ma non possiamo militarizzare il paese. Ecco perchè è stato pensato questo oggetto, che può essere molto utile nella vita delle persone.

Bisogna stare ad almeno un metro di distanza dalle persone. Questo piccolo dispositivo, che può diventare anche un oggetto di divertimento o moda, ci aiuta a ricordare le piccole cose che ci salvano la vita.

Occorre trovare regole di buon senso, misure che siano ragionevoli e standard, ad un costo sostenibile per le imprese. Dobbiamo fare uno sforzo , lunedì ci saranno una serie di norme che andranno affinate. Questo è un mondo nuovo per tutti. Tutto questo può essere aiutato da persone che mettono la loro scienza al servizio della comunità. È un orgoglio ospitare l’Istituto Italiano di Tecnologia, con il quale da sempre collaboriamo”.

Daniele Pucci – responsabile della ricerca IIT

“Le sole applicazioni non bastano a fornire uno strumento utile per il contenimento alla diffusione da Covid. Questo dispositivo allerta la persona che lo indossa quando un altro braccialetto ci si avvicina troppo. Inoltre, sarà in grado di monitorare la temperatura corporea.

Abbiamo concepito questo prototipo che andrà ingegnerizzato e poi prodotto.

Emette segnale radio e riceve segnale dai braccialetti adiacenti. Elaborando questo sdegnale può capire quando un braccialetto ha violato la distanza. Emette una vibrazione e memorizza l’id dell’altro braccialetto. Può allertare quando la temperatura diventa anomala.

Questo strumento è stato pensato per proteggere esercizi pubblici e commerciali. Stiamo cercando partner industriali in modo da renderlo, in tempi brevi, a disposizione della società civile”.

“La distanza è un parametro fondamentale, ma dipende dal nostro comportamento – aggiunge il presidente dell’IItDobbiamo riabituare i comportamenti, per questo abbiamo pensato di formare delle tecnologie e renderle indossabili.

Il dispositivo misura le distanze in maniera accurata, può essere usato in vari contesti, ad esempio posso farci il bagno. Ha poco impatto sulla privacy, non ci traccia, ma ci ricorda solo quando non stiamo mantenendo la distanza adeguata. Potrà essere adottato in spazi pubblici dove va mantenuta la distanza.

Stiamo cercando aziende disposte a produrlo e andare finalmente sul mercato. Le idee sono tante, abbiamo aggiunto sensori, come il misuratore di temperatura. Tutto questo in vista di una riapertura ampia. Il dispositivo non ha GPS, per segnalare la distanza usa un segnale radio di un altro braccialetto”.

Bracciale “iFeel-You”, la diretta della presentazione

Ecco come funziona “iFeel-You”, il primo prototipo di braccialetto di IIT per misurare il distanziamento fisico tra le persone

Pubblicato da Giovanni Toti su Mercoledì 13 maggio 2020