Imperia: “mare inquinato”, scatta il divieto di balneazione tra il torrente Caramagna e Borgo Prino/ le immagini

Attualità Imperia

Stesso problema lo ha registrato anche Diano Marina nella zona relativa al “Molo Cavour”, al confine con Imperia. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Divieto di balneazione tra il torrente Caramagna e il torrente Prino. È questo il provvedimento emanato dal comune di Imperia a seguito della segnalazione dell’Arpal causa “inquinamento” delle acque. Un provvedimento cautelativo che interessa la foce del torrente prino, borgo prino, isola centrale, borgo molo parallelo alla costa da foce torrente prino a borgo prino prino molo parallelo alla costa.

Imperia: acque “inquinate”, scatta il divieto di balneazione a Borgo Prino

Il comune, che l’anno scorso ha ottenuto la bandiera blu, è in attesa delle controanalisi che potrebbero mettere fine all’allerta. Secondo i “bene informati” non si tratterebbe di un problema legato all’impianto fognario ma piuttosto al materiale trasportato a valle dalle piogge dei giorni scorsi. 

I valori relativi alla presenza di Escherichia coli nelle acque sono risultati molto elevati e perciò l’area è stata interdetta alla balneazione anche se non tutti stanno rispettando i divieto.

Stesso problema lo ha registrato anche Diano Marina nella zona relativa al “Molo Cavour”.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!