Imperia: dalla Armo-Cantarana all’Aurelia Bis. Scajola consegna dossier a Ministro De Micheli. “Da troppi anni siamo fermi”/Foto e Video

Attualità

Un dossier con le tutte le opere infrastrutturali strategiche per il ponente ligure. Lo ha consegnato il Sindaco Scajola, in Comune a Imperia, al Ministro a Infrastrutture e Trasporti De Micheli. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Un dossier con le tutte le opere infrastrutturali strategiche per il ponente ligure. Lo ha consegnato questa mattina il Sindaco Claudio Scajola, in Comune a Imperia, poco dopo l’inaugurazione dei lavori della pista ciclabile, al Ministro a Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli

Nel dossier sono contenute opere quali il Traforo del Tenda, il raddoppio ferroviario Andora-Finale, la Albenga-Carcare-Predosa, la Armo-Cantarana e l’Aurelia Bis.

Imperia: opere pubbliche, Sindaco Scajola consegna dossier a Ministro De Micheli

“E’ stato oggetto di una ricerca di studio degli ultimi 15 giorni – ha dichiarato Scajola al termine dell’incontro con il Ministro De Micheli – Abbiamo messo insieme delle schede approfondite sullo stato dell’arte di progetti che giacciono al Ministero dei Lavori Pubblici da diversi anni. Mi riferisco al Traforo del Tenda, che finalmente si è realizzato adesso, ma che venne deciso in un incontro bilaterale fra Giscard d’Estaing, Berlusconi e io, a Parigi, dove fu deciso il finanziamento di quell’opera. E’ partito il cantiere, sono passati quasi 20 anni e non era ancora aperto.

Poi la Armo-Cantarana, il traforo di Nava. C’è un foro pilota, fatto nel 1997. C’è un progetto esecutivo, ancora fermo, con tutte le autorizzazioni dei diversi enti preposti.

C’è un progetto dell’Aurelia Bis, tra San Lorenzo al Mare e Diano Marina, del 2001, che ha avuto tutte le approvazioni e addirittura una conferenza dei servizi aperta, con tutti i pareri favorevoli, e non ancora chiusa.

E quindi ancora il raddoppio della ferrovia nella tratta Andora-Finale. Tutti questi dossier per semplificare il lavoro del Ministro, con schede, precise, puntuali, con tutti gli allegati. Compreso il proseguimento dell’Aurelia Bis da Sanremo verso Ventimiglia. In modo che il Ministro possa presentarli al proprio Ministero e fare la valutazioni necessarie. Tutto questo dopo 11 anni che siamo fermi. E dove quelli che parlano di infrastrutture in Liguria invece che presentare delle carte hanno soltanto abbaiato alla luna.

La Carcare-Albenga-Predosa, anch’essa è inserita nel dossier, ed è fondamentale. Fu presentata al Cipe nei primi mesi del 2010. Il Cipe ha dato un finanziamento per la progettazione, quindi siamo in uno stato già avanzato. D’altra parte tutti lo hanno visto adesso. Non si arriva qui da noi non solo perché ci sono i cantieri in corso, non solo perché ci sono tratti pericolosi, ma perché la sola autostrada non è sufficiente, non ha la capienza per contenere il volume dei turisti e dei traffici commerciali che abbiamo. Siccome non si può raddoppiare l’Autostrada dei Fiori è necessario fare diversamente. La Albenga-Carcare-Predosa interseca la Torino-Savona, la Milano-Genova, alleggerisce il nodo di Genova, alleggerisce il nodo di Savona, e mette nelle condizioni questo territorio di essere raggiunto e serve anche per i traffici c0mmerciali verso la Francia e verso la Spagna”.

Autostrade: concessioni alle Regioni

“Discorso che non funziona, perché laddove gli enti pubblici si mettono a gestire, la storia insegna che hanno sempre fatto guai. Io credo che la gestione dei servizi vada affidata ai privati. La cosa importante è controllare il lavoro dei privati. E’ questo che va fatto molto di più. Ora mi sembra che si urli soltanto negli ultimi mesi, forse bisognava urlare qualche anno prima”.

Elezioni Regionali

“La sinistra, se così si può dire, non sappiamo se è sinistra estrema, centrosinistra o sinistra normale. Non c’è ancora un candidato. Nel centrodestra mi pare che ci sia il candidato Toti anche se è della lista ‘Cambiamo‘. Gli altri partiti che appoggiano questa candidatura sono prevalentemente su posizioni direi anti-europee. C’è ancora molta confusione. Sono molto vicine le elezioni, si vota il 20 settembre, con ogni probabilità. Le liste si devono presentare entro la metà di agosto. Siamo molto vicini, la confusione è sovrana. Io mi muoverò per aiutare quelli che faranno meno parole e promesse concrete che vorrò verificare. Verificherò a chi dare il mio appoggio alla luce di un programma preciso e realizzabile”.

In merito alle scritte (“Scajola mafioso“) comparse questa mattina, nei pressi dell’ex stazione di Porto Maurizio, il primo cittadino non ha voluto pronunciarsi. 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!