Imperia: Marco Scajola punge lo zio Claudio. “Non ricordo un suo aiuto alle regionali del 2015. Non voleva mi candidassi, Toti non gli era simpatico”

Imperia Politica Politica Regionali 2020

“Alleanza di Polis, Forza Italia e Liguria Popolare a sostegno di Toti? Secondo me non ci sarebbe mai stata se non avessimo tolto il listino”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

“L’aiuto di mio zio (Claudio Scajola, ndr) alle regionali del 2015? Non me lo ricordo proprio, anzi non voleva neanche che mi candidassi”. Così l’assessore regionale Marco Scajola, nel corso della conferenza stampa convocata nella giornata odierna, 6 agosto, per presentare la propria candidatura, in risposta alle domande dei cronisti.

Regionali 2020: Marco Scajola punge lo zio Claudio

Ricordo bene l’aperitivo organizzato, si disse per me, a Villa Nibnina – ha dichiarato Scajola – Ma in quell’occasione non mi fu nemmeno permesso di parlare. Non ho mai visto un incontro elettorale in cui il candidato non parla. Io ho sempre voluto percorrere la mia strada, non ho mai scelto percorsi più facili.

Non ricordo il suo aiuto, anzi non voleva neanche che mi candidassi. Non nutriva grande simpatia verso Toti. Lo strappo con mio zio risale proprio a quando iniziai a sostenere Toti perché vedevo in lui un leader. Quando dissi queste cose nel 2014 venni preso a sassate. Mi venne fatto il vuoto intorno. Ora sono tutti totiani. Vogliono candidarsi tutti con Toti, anche se non ho capito bene con quale progetto visto che stanno litigando.

La visione politica di Marchino, il piccolino, il biondino, è stata quella giusta. Questa per me è una grande soddisfazione. Peccato, se qualcuno se ne fosse convinto già nel 2014 tante fratture non ci sarebbero state a Imperia”.

L’assessore si è poi soffermato sul pasticcio candidature nel listone di centro, con protagonisti Polis, il movimento politico che fa capo a Claudio Scajola, Forza Italia e Liguria Popolare.

“Non è bello vedere persone che litigano – ha dichiarato – Che corrono per mettere i manifesti prima. Questa è la vecchia politica. Per me la politica è di maggiore qualità”.

Sulla discesa in campo di Polis, alle regionali, a sostegno di Toti, con Forza Italia e Liguria Popolare, e sulla candidatura dell’ex Sindaco Luigi Sappa che, chiaramente, potrebbe rappresentare un ostacolo per Marco Scajola, l’assessore regionale ha risposto: “Con Ginetto ho un bellissimo rapporto, ci siamo visti alcune settimane fa, abbiamo parlato spesso di politica. Mi ha sempre ribadito che non si sarebbe mai candidato, avrà cambiato idea, ci mancherebbe. Una brava persona, gli voglio bene.

Per quanto riguarda l’alleanza di Polis, Forza Italia e Liguria Popolare, a sostegno di Toti, secondo me non ci sarebbe mai stata se non avessimo tolto il listino. Loro facciano quello che ritengono giusto fare, non voglio entrare nel merito delle scelte degli altri, ma credo che siano conseguenti al superamento del listino. Meno male che abbiamo tolto il listino”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!