Imperia: Isah, parlano Sansa e Sardi. “Lavoro o figli. Scelta che nessuna mamma dovrebbe mai fare. Effetti devastanti della privatizzazione”

Imperia Politica

“Tanti diritti e tante conquistate fatte, come l’Isah, un’eccellenza di Imperia, li stiamo perdendo per problemi di bilancio“. Parla così il candidato alla presidenza della Regione Liguria Ferruccio Sansa in riferimento allo sfogo di Ausilia Vinai, mamma di Ivan, utente Isah da 21 anni, dopo l’incontro di ieri al Parco Urbano di Imperia.

Ausilia, in particolare, ha lamentato carenze nel servizio offerto da Isah dopo la privatizzazione.

Imperia: Isah, il punto di vista di Sansa e Sardi

Ferruccio Sansa

“Mi ha colpito molto che mi abbiano raccontato che prima avevano un servizio cinque giorni a settimana, ora ce l’hanno due giorni a settimana. Questo ha portato alcune mamme a non poter lavorare. Sono persone che si sono consumate tutte le ferie, tutti i permessi possibili.

Si trovano di fronte a una terribile alternativa. O lavorare, o adempiere ai propri doveri di mamma, al piacere di essere mamma. È un bivio davanti al quale nessuna mamma si dovrebbe mai trovare. In questo momento tanti diritti e tante conquistate fatte, come Isah, un’eccellenza di Imperia, li stiamo perdendo per problemi di bilancio. Pare che questa emergenza Covid sia stata utilizzata per erodere dei diritti”.

Lucio Sardi

“È una battaglia che ho fatto con convinzione, perché ho difeso un’esperienza, una storia che era molto importante, un’eccellenza di Imperia che era l’Isah. Con la privatizzazione ha subito un effetto pesante in termini di qualità dei servizi.

Oggi abbiamo visto che le denunce fatte in passato erano giuste. Purtroppo vediamo i servizi alle famiglie che sono stati tagliati per l’incapacità di Isah di fornirli come in passato”.