3 Marzo 2024 16:05

Cerca
Close this search box.

3 Marzo 2024 16:05

IMPERIA. DUE CONDANNE PER IL TENTATO FURTO IN UN’ABITAZIONE DI DIANO MARINA /I DETTAGLI

In breve: Sono stati condannati con la formula del rito abbreviato Ilie Cyprien, 33 anni e Costantin Moisa 27 anni rispettivamente a 1 anno e 4 mesi e 1 anno e 8 mesi, per il tentato furto in un'abitazione di Diano Marina

Carabinieri Auto 2(3)-1

Imperia. Nel pomeriggio di oggi, 12 giugno, sono stati condannati Ilie Cyprien, 33 anni e Costantin Moisa 27 anni rispettivamente a 1 anno e 4 mesi e 1 anno e 8 mesi con la formula del rito abbreviato per il tentato furto in un’abitazione di Diano Marina compiuto lo scorso 19 maggio.

I due giovani, che erano difesi dall’avvocato Stefano Sambugaro di Genova, sono stati  tradotti in carcere a Imperia dove erano detenuti dallo scorso 19 maggio. Cyprien e Moisa sono inoltre accusati di aver scassinato, lo stesso giorno, i video poker del Bar Jolly di Diano Marina. Per quest’ultimo reato vi sarà un ulteriore processo che si terrà, presumibilmente, nelle prossime settimane.

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri i due romeni avrebbero prima tentato il furto presso un’abitazione, fallito, e successivamente avrebbero scassinato i videopoker del bar Jolly. Successivamente è stata anche rinvenuta, nella vicina Via Cavour, un’autovettura marca Opel verosimilmente utilizzata dai malviventi per effettuare sopralluoghi e spostamenti. All’interno della stessa, allo stato posta sotto sequestro, i militari hanno rinvenuto diverso materiale molto probabilmente provento di altri furti perpetrati in quei territori.

I Carabinieri avevano arrestato i due romeni che, alla vista della “gazzella”, avevano provato a fuggire a piedi, ma i militari sono riusciti ad avere la meglio acciuffando due dei tre fuggitivi, identificati successivamente in cittadini rumeni, entrambi domiciliati a Genova e già con un passato dedito a ruberie varie. Una volta accompagnati presso la Caserma, e perquisiti, sono stati rinvenuti mille euro in contanti verosimilmente oggetto del furto appena compiuto nel Bar, mentre dall’attività di sopralluogo svolta, e nella villetta di Gorleri e nell’esercizio commerciale, sono stati recuperati diversi arnesi e cassette di attrezzi per lo scasso

Condividi questo articolo: