Imperia: feto abbandonato in spiaggia, il parto 24-48 ore prima del ritrovamento/L’inchiesta

Attualità Imperia

Primi importanti sviluppi nell’inchiesta condotta dai Carabinieri sul ritrovamento di un feto, in spiaggia a Oneglia, nel giorno di Natale. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Primi importanti sviluppi nell’inchiesta condotta dai Carabinieri sul ritrovamento di un feto, in spiaggia a Oneglia, nel giorno di Natale. 

Imperia: feto abbandonato, il parto 24-48 ore prima

Secondo quanto riferito dal medico legale Andrea Leoncini, dopo un primo esame del feto, di 4 o 5 mesi, il parto sarebbe avvenuto nelle 24-48 ore precedenti al ritrovamento. Un primo dato importante che potrà essere utile alla Procura (Pm Antonella Politi) e ai militari per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Sembra al momento esclusa l’ipotesi che possa trattarsi di un aborto spontaneo avvenuto direttamente sulla spiaggia, mentre appare più plausibile che il feto possa essere stato portato sul luogo del ritrovamento in un secondo momento.

Tante le domande a cui gli inquirenti dovranno dare una risposta. Chi ha portato il feto in spiaggia e perché? Chi è la donna che ha partorito? Perché non si è rivolta a un Ospedale?

Nel frattempo, gli investigatori hanno escluso che il ritrovamento del feto possa essere collegato in qualche modo a un altro tragico fatto di cronaca, la morte di un 35enne, il cui corpo è stato ritrovato la vigilia di Natale, sempre a Oneglia, nei pressi della Galeazza. 

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!