Coronavirus Liguria, Toti: “Stiamo valutando legge per rendere obbligatorio vaccino per operatori sanitari”. L’annuncio dopo il cluster al San Martino di Genova

Coronavirus

Una legge regionale per rendere obbligatoria la vaccinazione al Covid 19 per il personale sanitario. È quanto ha annunciato, attraverso la sua pagina Facebook, il presidente della Regione Giovanni Toti, dopo il cluster scoppiato in un reparto del Policlinico San Martino di Genova, che ha visto coinvolta anche un’infermiera che si era rifiutata di sottoporsi alla vaccinazione

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Una legge regionale per rendere obbligatoria la vaccinazione al Covid 19 per il personale sanitario. È quanto ha annunciato, attraverso la sua pagina Facebook, il presidente della Regione Giovanni Toti, dopo il cluster scoppiato in un reparto del Policlinico San Martino di Genova, che ha visto coinvolta anche un’infermiera che si era rifiutata di sottoporsi alla vaccinazione.

Il contagio nel reparto del San Martino ha riguardato, oltre all’infermiera priva di vaccino, anche undici pazienti che sono ricoverati nella struttura

Scrive Toti su Facebook: “In un reparto dell’ospedale San Martino, dove un’infermiera ha rifiutato di vaccinarsi, si è creato un cluster, con diversi pazienti positivi al Covid. Un ennesimo campanello d’allarme che ci spinge a un’importante e urgente riflessione sull’opportunità di rendere obbligatorio il vaccino per medici, infermieri, operatori e personale sanitario. Oggi, con più di 100 mila morti in Italia a causa della pandemia, sapere che qualcuno che ricopre un ruolo così importante nella lotta al virus, pur potendo vaccinarsi, sceglie di non farlo, rappresenta un problema in più che avremmo preferito evitare e di cui il Governo dovrebbe farsi carico. Ma visto che non si va verso questa direzione, ho dato mandato ai miei uffici di valutare la possibilità di intervenire con una legge regionale per obbligare questa categoria a vaccinarsi”.

Conclude Giovanni Toti: “Chi fa questo lavoro e rifiuta di proteggere sé stesso con il vaccino di fatto non protegge i pazienti di cui dovrebbe prendersi cura. E questo non è accettabile”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!