Covid, vaccino: nuova bufera, gli Usa chiedono la sospensione del siero Johnson & Johnson/ Il caso

Coronavirus Provincia

Una nuova bufera si abbatte sul fronte dei vaccini. Dopo le polemiche e le indagini aperte anche in Italia per morti e malori sospetti, ora l’attenzione si concentra sul siero Janssen della Johnson & Johnson. Gli Stati Uniti ne hanno infatti chiesto la sospensione dopo che in alcuni pazienti sottoposti a questo vaccino si è sviluppata una malattia rara, legata a coaguli del sangue.

La Food and Drug Administration e i Centers for Disease Control americani smetteranno di usare il vaccino Janssen e sollecitano gli Stati a fare lo stesso, in attesa del risultato delle indagini aperte a seguito dei problemi emersi in alcuni pazienti sottoposti alla terapia.

Negli Stati Uniti sei reazioni gravi in donne fra i 18 e i 48 anni. Una è morta e un’altra è grave

Sarebbero sei i casi emersi negli Stati Uniti, che hanno riguardato donne di età compresa tra i 18 e i 48 anni, delle quali una è deceduta e un’altra è ricoverata in gravi condizioni. Negli Usa il vaccino Jhonson & Johnson è stato già somministrato a circa sette milioni di persone. Secondo le autorità americane, per questo siero si starebbe verificando una situazione simile a quella già accaduta per il vaccino AstraZeneca e la sospensione ufficiale delle somministrazioni ormai dovrebbe essere questione di giorni.

Dopo i casi negli Usa, Johnson & Johnson ha deciso di ritardare le consegne in Europa

In una nota Johnson & Johnson spiega di aver deciso di ritardare le consegne dei suoi vaccini in Europa: “Siamo a conoscenza degli estremamente rari problemi riscontrati da un piccolo numero di persone che hanno ricevuto il nostro vaccino. Il Cdc e la Fda stanno rivedendo i dati relativi a sei casi negli Stati Uniti su oltre 6,8 milioni di dosi somministrate. Per precauzione, il Cdc e la Fda hanno raccomandato una pausa nell’uso del nostro vaccino. Stiamo rivedendo questi casi con le autorità europee e abbiamo deciso in via proattiva di ritardare le consegne all’Europa”.

L’Italia proprio oggi ha ricevuto un primo lotto di 184 mila dosi di vaccino Johnson & Johnson e ne sono attese altre 175 mila di Vaxzevria, il nuovo nome dato al vaccino AstraZeneca.