Alluvione, Rezzo: dal Ministero 300 mila euro per la frana di Cenova. “Serviranno per la progettazione, attendiamo ancora somme urgenze”

Attualità Entroterra

Il territorio dell’alta valle Arroscia è stato danneggiato pesantemente dal maltempo nel novembre del 2019 e nuovamente colpito lo scorso ottobre.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Oggi il Comune di Rezzo è stato uno dei pochi comuni italiani a ricevere, dal Ministero dell’Interno, un contributo. La somma pari a 300.000 euro servirà alla realizzazione del progetto della definitiva messa in sicurezza della frana di Cenova”. Lo ha annunciato il Sindaco di Rezzo Renato Adorno.

Il territorio dell’alta valle Arroscia è stato danneggiato pesantemente dal maltempo nel novembre del 2019 e nuovamente colpito lo scorso ottobre.

Alluvione, Rezzo: dal Ministero 300 mila euro per la frana di Rezzo

“Siamo molto contenti – commenta il Sindaco Adorno a ImperiaPost – ora dobbiamo valutare tutti i dettagli, siamo in contatto con la Regione Liguria. Questo contributo servirà per la progettazione della messa in sicurezza, poi, per la realizzazione, sarà un altro capitolo.

Quello che ci manca sono le risorse di somma urgenza. Per la realizzazione e la ricostruzione delle parti pubbliche di Rezzo, Lavina e Cenova servono 3 milioni e mezzo di euro, di cui 1 milione e mezzo di somme urgenze. Spero e auspico che arrivino il prima possibile. Noi i lavori li stiamo portando avanti, ma le ditte devono essere pagate.

Per fare il punto della situazione, su Cenova stiamo facendo tutti i lavori possibili, su Lavina i problemi più grandi riguardano le fognature, perché l’alluvione ha portato via il depuratore, a Rezzo le criticità riguardano la viabilità e l’acquedotto.

Questo solo per quanto riguarda le parti pubbliche, le parti private sono tutte da definirsi. Le situazioni delle famiglie coinvolte sono ancora in via di definizione”.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!