Imperia: 32enne a processo, accusato di aver aggredito un 55enne. Assolto perché “il fatto non sussiste”

Giudiziaria Imperia

Dopo aver ascoltato le testimonianze, dalle quali è emerso un quadro completamente diverso dalla versione dell’accusa.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Era finito a processo con l’accusa di minacce e lesioni personali ai danni di un 55enne, ma è stato assolto in Tribunale a Savona. Protagonista un 32enne, residente a Imperia, difeso dall’avvocato Ramadan Tahiri del foro di Imperia.

Imperia: accusato di aver aggredito un 55enne, 32enne assolto

I fatti risalgono al febbraio 2019. Secondo quanto ricostruito, il 32enne si sarebbe recato in un’abitazione, insieme alla proprietaria di casa, per controllare i contatori per questioni legate a un presunto furto di energia elettrica.

Secondo l’accusa, in quel frangente, il 32enne avrebbe colpito il 55enne con una manata sulla faccia e lo avrebbe spinto cercando di prenderlo a calci, procurandogli lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. Inoltre, la presunta vittima avrebbe riferito di essere stato minacciato con le parole “farò bruciare il tuo furgone, ammazzerò tutti i tuoi cani, ammazzo te”.

Il 32enne, denunciato dall’uomo per minacce e lesioni, è finito quindi in Tribunale dove si è svolto il processo.

Dopo aver ascoltato le testimonianze (la proprietaria di casa e un’altra persona presente sul luogo dei fatti), dalle quali è emerso un quadro completamente diverso dalla versione dell’accusa, il PM ha chiesto l’assoluzione per “non aver commesso il fatto”.

Questa mattina è arrivata la sentenza del giudice che ha optato per l’assoluzione del 32enne perchè “il fatto non sussiste”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!