Stalking all’ex compagna: noto oculista imperiese condannato a due anni di carcere

Cronaca Giudiziaria Imperia

Due anni di carcere e tre anni di libertà vigilata. Così si è chiuso il processo che vedeva sul banco degli imputati, con l’accusa di stalking, danneggiamento e violazioni dei provvedimenti dell”autorità, il noto oculista imperiese Alessandro Quilici, 53 anni, arrestato nel giugno del 2020 per i fatti oggetto del processo. 

Stalking: condannato l’oculista imperiese Quilici

Quilici, in servizio sino a pochi anni fa presso gli Ospedali di Imperia e Bordighera, è stato condannato dal Tribunale di Savona, competente per territorio, visto che i fatti contestati sono avvenuti ad Alassio.

Era accusato di aver perseguitato l’ex compagna, avvocato del foro di Imperia (costituitasi parte civile rappresentata dal legale Elena Pezzetta) , di aver dato fuoco, con liquido infiammabile, il 15 gennaio 2020, alla porta di casa della vittima e di averla contattata al telefono, più volte, nonostante fosse sottoposto a un divieto di avvicinamento. 

Il Pubblico Ministero Chiara Venturi aveva chiesto una condanna a 2 anni e 8 mesi, il legale di Quilici, l’avvocato Massimo Rebagliati, l’assoluzione. Il processo si è svolto con la formula del rito abbreviato.