Genova: no green pass, scongiurato blocco dei treni. In stazione più forze dell’ordine che manifestanti/Le immagini

Coronavirus Provincia

Alla fine è stata un flop l’annunciata protesta di no vax e no green pass prevista per oggi, 1 settembre, nelle principali stazioni italiane.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Pochissime adesioni all‘annunciata protesta di no vax e no green pass prevista per oggi, 1 settembre, nelle principali stazioni italiane.

Genova: blocco dei treni, pochi manifestanti No Green Pass in stazione

In Liguria la protesta, fortemente criticata dal Comitato Pendolari, era prevista a Genova, presso le stazioni di Principe e Brignole. L’intento della manifestazione era quello di bloccare la circolazione dei treni per protestare contro l’introduzione dell’obbligatorietà del green pass sui mezzi di trasporto (aerei, navi, treni, autobus) a lunga percorrenza, ma a conti fatti erano più le forze dell’ordine, e i giornalisti, che i manifestanti. A dir la verità, nel capoluogo ligure in molti si erano già dissociati dalle modalità della protesta, ritenute inadeguate, e il tam tam su Telegram non ha portato a una presenza massiccia in piazza come accaduto in altre occasioni.

Alla stazione di Genova Principe, in particolare, solo qualche momento di tensione in relazione alla richiesta di consegna dei documenti, da parte delle forze dell’ordine, per l’identificazione dei pochi manifestanti. Nulla più, per fortuna.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!