Diano Marina: in Consiglio scintille fra maggioranza e opposizione. Parrella e Cavalleri lasciano l’aula e non votano il Bilancio consolidato/Foto e Video

Golfo Dianese Politica

Raffica di interrogazioni dei consiglieri d’opposizione Bellacicco e Parrella

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Due ore di Consiglio comunale lunedì sera a Diano Marina, per affrontare 12 punti all’ordine del giorno, dei quali 5 erano interrogazioni dell’opposizione. E in apertura l’abbandono dell’aula dei consiglieri di minoranza Diano Domani Francesco Parrella e Micaela Cavalleri, che hanno in questo modo espresso la loro critica sulla ritardata consegna della documentazione relativa al Bilancio consolidato, che non hanno quindi votato. La pratica è passata con i voti della maggioranza.

Le pratiche economiche dividono maggioranza ed opposizione

Sempre con i voti della maggioranza è stata approvata una variazione di bilancio per spese straordinarie e un’altra variazione relativa a una causa persa al Tar e al Consiglio di Stato. Critiche da parte del consigliere Parrella per il fatto che nella prima variazione fossero compresi 15 mila euro per l’indennità di fine mandato dell’ex sindaco Giacomo Chiappori e altri 20 mila euro per cause in atto e consulenze.

Approvato invece all’unanimità lo schema di convenzione con il Comune di Cervo per istituire una fermata dello scuolabus in piazza Iacopo Virgilio, per garantire il trasporto di un alunno che frequenta la Scuola Primaria a Cervo. Tutto liscio anche per la nomina dei componenti della Commissione per la formazione degli elenchi dei Giudici popolari. Oltre ai membri di maggioranza, Barbara Feltrin e Valentina Zeccola come supplente, per la prima volta sono stati inseriti esponenti dell’opposizione: Elisabetta Borghi e Micaela Cavalleri supplente.

Ancora approvazione all’unanimità per la mozione contro tutti i totalitarismi presentata dal presidente del Consiglio comunale Francesco Bregolin.

Raffica di interrogazioni dei consiglieri d’opposizione Bellacicco e Parrella

E’ stata poi la volta delle interrogazioni. Marcello Bellacicco ha chiesto spiegazioni sulla trasformazione dell’hotel Marinella, sulla partecipazione del Comune di Diano Marina con uno stand a Olioliva e ancora sul progetto di privati per la realizzazione di cinque campi da paddle in via Ca’ Rossa.

Francesco Parrella si è invece concentrato sulla dilazione del pagamento della Tosap concessa ai commercianti e sulle infiltrazioni di acqua dalla copertura del Palazzetto dello sport, da poco ristrutturato.

Za Garibaldi: “Affideremo il palazzetto dello sport in gestione”

Spiega ai microfoni di Imperiapost il sindaco Cristiano Za Garibaldi: “Le interrogazioni da parte dell’opposizione aiutano anche chi amministra a spiegare meglio quello che sta succedendo sul territorio. Per il progetto dei campi da paddle sorge la preoccupazione che vengano meno dei parcheggi. Ho spiegato che c’è questo rischio, ma che in futuro ce ne saranno molti di più. Presto ci sarà un ampliamento di via della Bea e quindi con possibilità di nuovi posteggi e il prossimo anno partiranno i lavori di via Saponiera, con allargamento della strada, alberature e anche nuovi parcheggi. Un lavoro importante che vedrà anche il passaggio della Ciclovia Tirrenica. Per quanto riguarda il Palazzetto dello sport, il nostro obbiettivo è quello di ristrutturarlo, metterlo a norma e poi affidarlo a un gestore unico, che lo gestisca in maniera più opportuna”.

Bellacicco: “Inaccettabile l’assenza dall’aula dell’assessore al Bilancio”

Sottolinea il consigliere d’opposizione Marcello Bellacicco: “Sono rimasto abbastanza stupito della maggioranza, a cominciare dall’assenza dell’assessore al Bilancio, quando si parla proprio di bilancio. E’ inaccettabile, non tanto per noi, quanto per i cittadini. Spero che non sia per questioni futili come una vacanza. Sono allibito. Un altro aspetto è che ho visto scaricare sugli organi tecnici del Comune problematiche che invece sono competenza di chi amministra. E’ facile scaricare sugli uffici, ma quando poi bisogna pagare delle penali si tratta di decisioni che pesano sulla politica. Quando si perdono ricorsi al Tar e al Consiglio di Stato, non sono certo gli uffici a decidere e abbiamo chiesto di valutare il danno erariale, perché chi ha sbagliato, soprattutto a livello politico, è giusto che paghi”.

Parrella: “Non sono stati rispettati i tempi per la presentazione del Bilancio consolidato”

Dice il consigliere di opposizione Francesco Parrella: Non erano stati rispettati i termini regolamentari dei venti giorni di deposito per il Bilancio consolidato e avevamo bisogno di studiare la pratica, ma non c’era il tempo. Ci sono cose che riguardano anche i bilanci di GM e Rivieracqaua e quindi temi sensibili per i cittadini.  Abbiamo abbandonato l’aula perché non volevamo partecipare a questa discussione e non volevamo, presentando una questione pregiudiziale, non far rispettare il termine del 30 novembre, in quanto questo avrebbe avuto ripercussioni sull’attività amministrativa. Quindi abbiamo agito con grande senso di responsabilità. E’ chiaro che chiederemo nelle sedi opportune  chiarimenti, perché l’opposizione va rispettata, in quanto con i suoi due gruppi rappresenta la maggioranza dei cittadini che si sono recati alle urne“.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!