Bellissimi: il 74enne Giuseppe Trincheri e il presepe con le statuette intagliate nel legno d’ulivo. “È la mia passione, ogni anno ricomincio da zero”/ Le immagini

Cultura e manifestazioni Entroterra

Torna anche quest’anno il presepe, unico nel suo genere, realizzato a mano dal 74enne Giuseppe Trincheri nel caratteristico borgo di Bellissimi (Dolcedo). Il presepe è visitabile sotto il portico di via Cavour, all’altezza del civico 4.

Con tanta cura e dedizione, Trincheri ha intagliato pezzi di legno e radici d’ulivo, trasformando il materiale grezzo in personaggi impegnati negli antichi mestieri, per rappresentare la quotidianità della vita del borgo.

Bellissimi: Giuseppe Trincheri e il suggestivo presepe con le statuette intagliate in legno d’ulivo

“Quest’anno ho deciso di realizzarlo ispirandomi agli antichi saperi e mestieri – racconta Giuseppe Trincheri a ImperiaPost – ci sono personaggi che producono olio, che fanno apicoltura, che puliscono le campagne e molto altro.

La mia passione è iniziata 15 anni fa, quando trovai un legno che assomigliava a una Madonnina. Da lì non mi sono più fermato. Ogni anno, poi, la legna che utilizzo la bruciamo nella stufa e quindi ricomincio da zero, sempre sculture nuove, concentrandomi su un particolare tema. Un anno ho realizzato tutto a tema mongolfiere, dato che Bellissimi è il paese delle mongolfiere.

Ho già cominciato a lavorare per il prossimo anno. Quando trovo un pezzo di legno o delle radici che mi danno l’ispirazione vado subito a intagliarli. Quale sarà il prossimo tema? È un segreto, nemmeno mia moglie lo sa. Lavoro chiuso nel laboratorio per svelare tutto all’ultimo. Uso strumenti di una volta, cerco di toccare il legno il meno possibile.

Ho posizionato il presepe sotto il porticato di un caruggio mettendo le luci, così che possa essere visto anche di sera”.