Imperia: raffica di furti, identificato anche il secondo responsabile. È un altro 17enne

Cronaca Cronaca Imperia

È stato identificato, grazie alle telecamere e agli accertamenti della Squadra Mobile della Questura di Imperia, anche il secondo giovane ritenuto responsabile della raffica di furti avvenuta la notte tra il 28 e il 29 marzo a Imperia. Si tratta di un altro 17enne di Ventimiglia, come il primo fermato.

Il giovane, nelle scorse settimane, si sarebbe reso protagonista di altri episodi di criminalità nella città di confine.

Entrambi i 17enni sono accusati di furto, ma la loro posizione potrebbe aggravarsi a seguito dell’aggressione ai danni della guardia giurata che sarebbe avvenuta, sempre ad opera dei due giovani, al termine della loro scorribanda. 

Imperia: identificato il secondo responsabile del raid di furti, la ricostruzione dei fatti

Secondo quanto ricostruito i due 17enni hanno dapprima rubato un motorino nel ventimigliese per poi raggiungere Imperia e mettere in atto la propria azione criminale.

Nel corso della notte i due giovani hanno tentato il furto, in alcuni casi riuscendoci, presso lo stabilimento balneare “Sogni d’Estate”, in spianata Borgo Peri, lo stabilimento balneare “Oneglio”, a Borgo Marina, il “Fast Food Imperia” in piazza Bianchi a Oneglia, il “Greenwich Cafè” a Borgo Marina, il supermercato “Pam“, a Borgo Prino, il distributore “Repsol”, a Borgo Prino, e il negozio di vestiti “Babila Abbigliamento” in via Amendola.

I due giovani, al termine della scorribanda, perpetrata con il volto semicoperto dalle mascherine, sono stati individuati da una guardia giurata che li ha inseguiti e raggiunti. Ne è nata una colluttazione al termine della quale i due malviventi si sono dati alla fuga lasciando il metronotte ferito, tanto che quest’ultimo ha dovuto ricorrere alle cure del Pronto Soccorso.

Successivamente i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno individuato, abbandonato, il motorino rubato dai due giovani con all’interno vari oggetti da scasso. A quel punto sono iniziate le ricerche, da parte di Polizia e Carabinieri, al termine delle quali gli agenti della Squadra Volante della Questura di Imperia sono riusciti a individuare e fermare il 17enne, poi tradotto in Questura. Nelle scorse ore anche l’individuazione del complice.