Guerra in Ucraina: il Comune di Taggia in prima linea per l’assistenza ai profughi e l’invio di materiali. “Già inviati 300 scatoloni, ma la raccolta continua”/Foto

Guerra Provincia

Il Comune di Taggia, attraverso il Gruppo comunale di Protezione Civile, è attivamente impegnato nell’assistenza ai profughi della guerra in Ucraina giunti sul territorio. Al tempo stesso, è stata anche organizzata una raccolta di generi di prima necessità, da inviare direttamente nelle zone più colpite dalla guerra.

Una grande risposta da parte della popolazione, con la donazione di beni di prima necessità

Spiega l’assessore alla Protezione Civile Lucio Cava: “Ci siamo subito attivati per la raccolta di materiali per aiutare le persone che sono arrivate qui nel nostro territorio e quelle che purtroppo sono rimaste nelle zone di guerra. Ci siamo appoggiati al nostro Gruppo comunale di Protezione Civile, cui va un doveroso ringraziamento per il loro impegno. Circa 300 colli sono già stati inviati in Ucraina”.

Sottolinea la responsabile della Protezione Civile Alessandra Cerri: “Grazie alla generosità da parte della popolazione, presto ci sarà un nuovo invio di materiali in Ucraina. Una cosa che ci ha colpito molto è che il signore che si occupa del trasporto dei materiali, al ritorno dal primo viaggio ci ha portato una bandiera ucraina e dei dolci tipici, perché era rimasto impressionato dal fatto che nella nostra sede ci fossero ovunque i colori dell’Ucraina, che sono anche quelli della Protezione Civile. E’ stato un bellissimo risvolto umano”.