18 Maggio 2024 05:45

Cerca
Close this search box.

18 Maggio 2024 05:45

Imperia: Festa della Repubblica, le celebrazioni in piazza della Vittoria. Consegnate le medaglie d’oro in memoria dei reduci / Foto e video

In breve: Presenti i Reparti schierati per assistere all’alzabandiera e alla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ai cittadini.

Si è svolta oggi, alla presenza delle più alte cariche civili e militari del territorio, tra cui il Prefetto di Imperia Armando Nanei, il Questore Giuseppe Felice Peritore, il presidente della Provincia e Sindaco Claudio Scajola, il comandante provinciale dei Carabinieri Colonnello Marco Morganti, la cerimonia commemorativa per il 76° Anniversario della nascita della Repubblica in piazza della Vittoria a Imperia.

Festa della Repubblica: giovedì 2 giugno le celebrazioni in piazza della Vittoria

Il Prefetto Armando Nanei ha dato il via alla celebrazione accompagnata dai brani musicali della Fanfara Alpina “Colle di Nava”. Presenti i Reparti schierati per assistere all’alzabandiera e alla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ai cittadini.

Si è svolta poi la consegna delle Medaglie d’Onore conferite dal Capo dello Stato ai cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti e delle onorificenze dell’ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”.

Le Medaglie d’Onore sono state consegnate ai familiari in memoria dei reduci:

  • Francesco BLOISE, nato a Orsomarso (CS) il 23 agosto 1923, ma residente in Sanremo, deportato in Germania dal 9 settembre 1943 al 9 agosto 1945;
  • Peppino CALVANO, nato a Orsomarso (CS) il 26 marzo 1922, ma residente in Imperia, internato dal 22 dicembre 1943 all’8 gennaio 1944;
  • Ferdinando MINAZZO, nato a Saint Romain Caber Roquebrune il 2 novembre 1911, ma residente in Ventimiglia, ristretto in due campi di concentramento per prigionieri di guerra in Germania dal 9 settembre 1943 al 7 settembre 19+45;
  • Giovanni PENASSO, nato a Montegrosso Pian Latte (IM) il 16 luglio 1914, ed ivi residente, deportato in Germania dall’8 settembre 1943 al 27 aprile 1945.

Gli insigniti dell’onorificenza O.M.R.I. sono:

  • il Commendator Dott. Maurizio GATTO, Vice Prefetto Vicario della Prefettura-U.T.G. di Imperia;
  • il Cavalier Dott. Antonio MOTOSSO, funzionario presso la sede provinciale dell’INPS;
  • il Cavalier Sig. Vittorio MORAGLIA, assistente amministrativo presso la Prefettura-U.T.G. di Imperia.

Festa della Repubblica, il discorso del Presidente Sergio Mattarella

“Cari Prefetti, sono trascorsi settantasei anni dal voto referendario con cui il popolo italiano sceglieva la Repubblica, inaugurando, dopo l’avventura del fascismo e la tragedia bellica, una nuova pagina della nostra storia. L’Italia avrebbe poi, con la Carta costituzionale, edificato un riferimento sicuro su cui realizzare una nuova comunità, un programma esigente da attuare, all’insegna dei valori della pace e della libertà, dell’uguaglianza e della solidarietà sociale.

Oggi, mentre il Continente europeo è colpito dall’aggressione della Federazione Russa contro l’Ucraina, la comunità nazionale, nella Festa della Repubblica, si raccoglie con orgoglio e convinta adesione intorno agli ideali che ne fondano l’identità e che costituiscono l’impegnativo orizzonte di quanti esercitano funzioni pubbliche.

Nei diversi contesti territoriali, nelle articolazioni della Repubblica, di fronte a sfide inedite e complesse, come quella dell’emergenza sanitaria e delle ripercussioni economiche e sociali delle crisi internazionali, gli amministratori locali e i pubblici funzionari sono chiamati a interpretare il proprio ruolo con accresciuto spirito di servizio e con l’obiettivo di offrire soluzioni tempestive ed efficaci.

Da ultimo, gli sforzi posti in essere in tutta la Penisola per accogliere i profughi provenienti dall’Ucraina sono stati l’esempio di un approccio coerente e virtuoso. Lo straordinario impegno del sistema di Protezione Civile, delle Prefetture, delle istituzioni regionali e locali e di tutte le componenti sociali coinvolte, testimonia il vissuto del popolo italiano e la concretezza dei valori costituzionali.

Nel trentennale del Trattato di Maastricht, che ha segnato un’importante tappa nel progetto europeo, siamo impegnati in un percorso che, con l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, sta coinvolgendo in un processo di rinnovamento e sviluppo la società e le istituzioni.

È fondamentale non dissipare le opportunità offerte dall’afflusso di risorse dell’Unione europea, attivando riforme che possono incidere positivamente e in modo duraturo sulla vita dei cittadini.

Il ruolo dei Prefetti, che operano come laboriosi attori di unità e di coesione sociale, è, ancora una volta, cruciale.

Nei compiti di garanzia delle libertà civili, come nell’impegno per la tutela della legalità e della sicurezza, nel costante confronto con gli enti locali e nell’azione di mediazione sociale, nella gestione dei fenomeni migratori come delle emergenze, i Prefetti si pongono quali interlocutori essenziali del sistema delle autonomie e della società civile.

Nel rinnovare ai Prefetti e a tutti coloro che rivestono pubbliche responsabilità auguri di buon lavoro, con i sentimenti dell’apprezzamento della Repubblica per la loro azione, esprimo l’auspicio che la celebrazione del 2 giugno possa costituire per i cittadini una rinnovata occasione di riflessione sui valori costituzionali, ai quali ispirare il quotidiano contributo al servizio del Paese”.

Condividi questo articolo: