Imperia: rifiuti davanti alle vetrine in viale Matteotti, insorgono i commercianti. “Cassonetti stracolmi, situazione ai limiti della vergogna” /Foto e Video

Attualità Imperia

“È una situazione ai limiti della vergogna. Non si può continuare così” – Queste le parole esasperate dei commercianti di viale Matteotti che quotidianamente si ritrovano montagne di spazzatura davanti alle proprie vetrine. Sono poi gli stessi commercianti che ogni mattina, muniti di scopa, cercano di ridare decoro al marciapiede.

Imperia: degrado e Inciviltà in viale Matteotti, la rabbia dei commercianti

Secondo quanto dichiarato al cronista di ImperiaPost, la situazione si protrae da alcuni mesi, con bidoni strapieni di spazzatura e rifiuti sparsi ovunque sul marciapiede. Del caso è stato informato anche l’assessore del Comune di Imperia, Antonio Gagliano. 

I commercianti lanciano un appello ai condomini a essere più civili e chiedono all’amministrazione comunale di spostare i bidoni da davanti le loro vetrine.

L’intervista a Samuel Grignani, titolare di Eco Store Imperia

“La situazione è sotto gli occhi di tutti. È da qualche mese che abbiamo davanti alle nostre attività commerciali questa spazzatura.

Chiediamo cortesemente sia ai condomini che all’amministrazione condominiale e magari alla Devizia, di fare un ritiro in più alla settimana, per non trovarci in questa situazione.

Chiedo all’amministrazione comunale, se possibile, mettere una isola ecologica qua, con i nuovi bidoni.

Sinceramente non si può continuare in questa situazione. Davanti alle nostre attività commerciali, siamo a due passi da un bar pasticceria, riaprirà un ristorante e trovare una situazione così a Oneglia, sinceramente non la trovo corretta.

Al mattino noi attività commercianti, io e le ragazze che lavorano qui nella CMA, mettiamo in ordine, diamo una spazzata.

Mettiamo in ordine la spazzatura, perché la troviamo sparsa davanti ai nostri negozi. Cerchiamo di accumularla vicino ai bidoni, per far si che i nostri clienti riescano a passare senza saltare pezzi di plastica, astucci, pannolini e sacchi della spazzatura”.

Dello stesso parere anche il titolare della CMA che, contattato da ImperiaPost ha dichiarato: “È una situazione ai limiti della vergogna. Non è giusto che per colpa di alcune persone incivili, ci rimetta tutta la città”.