Imperia: cani, troppi abbandoni in estate. L’appello del Rifugio La Cuccia. “8 solo negli ultimi giorni. Un animale non è un giocattolo”

Attualità Imperia

“In estate assistiamo all’incremento degli abbandoni, è davvero sconfortante. Invitiamo tutti ad adottare solo in maniera consapevole. Gli animali non sono un giocattolo”. Queste le parole accorate delle responsabili del canile rifugio “La Cuccia” di Imperia che, nell’ultimo periodo, hanno dovuto far fronte a un numero elevato di ritrovamenti di cani senza microchip e non rivendicati da nessuno.

Manuela R., vicepresidente LNDC (Lega Nazionale per la difesa del Cane)

“Abbiamo purtroppo constatato che dall’inizio dell’anno a oggi il numero di cani ritrovati e poi non più rivendicati è molto elevato e sta avendo un’impennata da quando è iniziata l’estate.

In totale i cani senza microchip entrati in canile da febbraio a oggi sono 24. Il microchip  è obbligatorio per legge dal 2000, così come l’iscrizione all’anagrafe canina, ma purtroppo ancora troppi padroni non si adeguano. 

Considerando solo luglio, da inizio mese a oggi ci sono arrivati 8 nuovi cani. A giugno ben 9 cuccioli. Arrivano anche tanti gatti: negli ultimi 15 giorni ben 15 gatti cuccioli. In particolare, ci hanno perfino lasciato due trasportini davanti al cancello del canile con dentro una gatta adulta e quattro cuccioli. Si tratta di una pratica che condanniamo fermamente, che può mettere in pericolo la vita degli animali, lasciati al caldo sotto il sole. Altri gatti sono arrivati tramite le convenzioni che abbiamo con l’Asl veterinaria.

Fortunatamente le adozioni compensano le entrate e, nonostante la difficoltà degli ultimi giorni dovuta a numerosi arrivi in contemporanea, siamo riusciti a far rientrare l’emergenza”.

Marcella B., consigliera LNDC

“Un messaggio che ci teniamo a far passare è questo: quando si ha intenzione di adottare un animale bisogna sempre tener conto del proprio stile di vita e valutare se questo è adattabile alle esigenze del cane. Non si può pensare di adottare un cane, magari con particolari esigenze di movimento, e lasciarlo a casa per 8/10 ore perchè si lavora tutto il giorno.

Il cane è un animale sociale e ha bisogno di stare con il proprio compagno umano e con altri cani, oltre alle esigenze di stare all’aria aperta e in ampi spazi.

Nessuno è obbligato a prendere con sè un animale, ma se si decide di farlo deve essere un’adozione consapevole. Tante volte invece c’è chi adotta in maniera superficiale e quando arriva il primo problema se ne vuole liberare in fretta e furia.

Questo non va bene, gli animali non sono un gioco e vanno trattati con rispetto e cura”.

N.B.: I cani nelle fotografie sottostanti sono arrivati in canile nell’ultimo periodo e sono già stati adottati o sono in preaffido. Per avere informazioni sugli animali in cerca di adozione visitare la pagina Facebook ufficiale (clicca qui) o contattare il 334 323 4493.