3 Marzo 2024 04:38

Cerca
Close this search box.

3 Marzo 2024 04:38

Elezioni politiche 2022: Lega, Alessandro Piana inaugura point elettorale a Sanremo. “Sarà una campagna breve ma intensa. Attenzione alle esigenze dei cittadini” /Foto e Video

In breve: Questa sera, alle ore 20, si terrà l'evento conviviale della Lega Ventimiglia in Passeggiata Trento Trieste 67 per confrontarsi tutti insieme sul futuro della Liguria.
Inaugurato questo pomeriggio, a Sanremo, in via Manzoni 27, il point elettorale di Alessandro Piana, vice presidente della Regione Liguria e candidato della Lega come capolista al Senato.
All’inaugurazione del point erano presenti, tra gli altri, Edoardo Rixi, Flavio Di Muro e il Consigliere regionale Mabel Riolfo.
Questa sera, alle ore 20, si terrà l‘evento conviviale della Lega Ventimiglia in Passeggiata Trento Trieste 67 per confrontarsi tutti insieme sul futuro della Liguria.

Elezioni politiche 2022: Alessandro Piana inaugura il point elettorale a Sanremo

“La modernità della politica ci ha abituato a campagne elettorali brevi. Sono contento, perché altrimenti si rischia di stancare gli elettori e il candidato.

Sarà una campagna breve ma intensa. Per quanto riguarda la mia candidatura si estende in tutta la regione.

Il mio percorso sarà da Sarzana a Ventimiglia, ascoltando quelle che sono le volontà e gli interessi che arrivano dai territori. L’esperienza in consiglio regionale mi ha permesso di avere già un quadro abbastanza chiaro delle situazioni critiche e soprattutto le possibilità di migliorare altre realtà del nostro territorio.

Non sono né rilassato né sereno, ho tutta una serie di sentimenti contrastanti che mi stanno attraversando in questo momento. La prima ovviamente di gradimento verso il Partito, che mi ha scelto come capolista al Senato.

Sempre mantenendo l’attenzione e quell’umiltà che mi ha sempre caratterizzato e che comunque deve caratterizzare la politica in questi periodi di grandi problemi e rincari energetici.

Credo che l’umiltà sia alla base di tutte le campagne elettorali, ma vada anche al di la del ruolo politico. L’attenzione alle esigenze dei cittadini”.

Nel caso in cui dovesse lasciare la Regione, chi prenderà il suo posto? Di Muro o Ripamonti?

Credo che sia ancora presto. Quando si fa un rimpasto di Giunta lo si fa almeno uno o due mesi dopo le elezioni. Li si fa sempre di concerto con quello che sono le esigenze e le volontà dei partiti.

Non starà me a decidere su chi sarà il candidato. Lo deciderà il presidente Toti”.

Inaugurazione point della Lega a Sanremo: l’intervista a Flavio Di Muro

“Si cerca di portare lo stesso entusiasmo e la stessa passione di quando mi sono candidato la prima volta, ma con un po’ più di esperienza grazie a questo mandato parlamentare.

Io spero di trovarmi con un Governo che duri cinque anni dello stesso mio colore politico, per essere più incisivo in tutte quelle tematiche che ho avuto modo di discutere durante questa precedente esperienza parlamentare.

La voglia di lavorare non mi manca. Mi spiace constatare di essere ancora una volta l’unico imperiese eleggibile alla Camera, spero di essere accompagnato da altri Senatori imperiesi.

L’importante è esserci, abbiamo delle problematiche che ci trasciniamo da anni. Bisogna conoscere il territorio , avere rapporti costanti con le amministrazioni, le associazioni e i cittadini.

Chi arriva a Roma senza conoscere profondamente queste città della costa e dell’entroterra, non ha la possibilità di esprimere veramente quelle che sono le risoluzioni di questi problemi”.

Inaugurazione point Lega Sanremo, Edoardo Rixi

C”redo che anche nella giornata odierna si capisce in questa provincia quanto sia necessario mettere a posto le infrastrutture in Liguria e ancora di più nel ponente ligure , che spesso è isolato e sembra quasi l’ultima provincia.

Credo che sia l’ingresso principale del turismo in questo paese. È necessario mettere mano a tutta una serie di progetti, alcuni dei quali finanziati come l’Aurelia bis o il raddoppio della Genova-Ventimiglia, ma che devono avere nuove forme, per fare in modo che le opere pubbliche si possano fare velocemente, bene e in maniera qualititavimante migliore. Come avvenute a Genova sul Ponte Morandi.

C’è la voglia di portare il nostro contributo, non solo alla provincia, ma al paese in un esecutivo a livello nazionale.

Credo che la Liguria abbia bisogno di una rappresentanza forte a Roma. È il motivo per cui noi abbiamo deciso di candidare tutti parlamentari liguri e non consentire a qualche collega di scipparci il collegio uninominale.

Ci siamo riusciti anche grazie a Flavio di Muro che ha fatto relatore in aula del decreto Genova, nonostante l’opposizione feroce del Partito Democratico, che è stata l’unica forza politica che ha votato contro 2 miliardi di euro che arrivavano in Liguria.

Ce lo hanno impedito i 5 Stelle e il Partito Democratico. Mi sono dovuto dimettere con accuse infondate da Vice Ministro.

Purtroppo anche nel Governo Draghi , hanno bloccato qualsiasi opera in quella direzione.

Crediamo che un Governo di centrodestra, da chi quelle norme le ha scritte, possa fare in modo che finalmente le opere pubbliche in questo paese non vengano fatte in decenni, ma in anni.

È l’unico modo per la nostra regione di evitare il collasso infrastrutturale. Abbiamo deciso di metterci in campo e di cercare di dare una forte rappresentanza territoriale.

La situazione è più critica rispetto ad altre regioni anche del sud Italia”.

Inaugurazione point della Lega a Sanremo

Condividi questo articolo: