Liguria: giornata tumore al seno metastatico, circa mille le donne in cura in regione. “Grazie a progressi della ricerca, farmaci intelligenti e cure sempre più mirate”

Cultura e manifestazioni

Si celebra mercoledì 13 ottobre, la Giornata di sensibilizzazione sul tumore al seno metastatico, istituita per la prima volta in Italia e in Europa da Regione Liguria, con una delibera di Giunta del 9 dicembre 2019 e poi con il disegno di legge approvato all’unanimità in Consiglio regionale il 17 aprile 2020.

Sono circa 1.000 le donne liguri in cura per un carcinoma mammario metastatico

«La Liguria è stata la prima regione in Italia ad aver attivato una rete di Breast unit, centri specializzati per la prevenzione, la diagnosi e la cura del tumore al seno commenta Giovanni Toti, presidente di Regione Liguria – ricordando che sono cinque i centri senologici a livello regionale, nati per per assistere le donne con tumore al seno e affiancarle in tutto il percorso di cura. La pandemia ha messo a dura prova la tenuta di tutto il Sistema sanitario ma grazie all’impegno di tutti i professionisti coinvolti sono stati messi in campo tutti gli sforzi possibili per mantenere costanti le attività.

Ringrazio, ancora una volta le Associazioni che rivestono un ruolo fondamentale, tra cui, “Europa Donna” e “Noicisiamo”, specificamente dedicata alle donne con tumore della mammella metastatico”.

“Grazie alle cure moderne e sempre più efficaci oggi, le donne affette da tumore al seno metastatico, in molti casi, possono cronicizzare la malattia e conviverci per diversi anni, con una buona qualità di vita – commenta Paolo Pronzato, coordinatore del Dipartimento interaziendale regionale oncoematologico – ricordando come i progressi compiuti nel campo della ricerca, nell’ambito delle cinque Breast Unit regionali, abbiamo migliorato la prognosi e l’aspettativa di vita di queste pazienti. In particolare, sono oggi disponibili nuovi farmaci “intelligenti”, caratterizzati dal fatto che l’agente antitumorale è trasportato direttamente ed esclusivamente alla cellula malata da un “veicolo”: un anticorpo monoclonale ingegnerizzato. Rispetto alle altre regioni, le donne con tumore alla mammella possono ricevere tutti questi nuovi trattamenti in ciascuna delle Breast Unit della Liguria”.

“Di tumore al seno metastatico si parla sempre di più, anche grazie ai nuovi farmaci che hanno permesso di raddoppiare l’aspettativa di vita e di migliorarne la qualità. Sappiamo che i farmaci non sono tutto: la differenza sulla prognosi e la qualità di vita, derivano anche da percorsi multidisciplinari ad hoc – afferma Marina La Norcia, Presidente di Noi ci siamo, Associazione Tumore al Seno Metastatico – che devono avere specialisti e canali dedicati. La nostra Associazione ogni giorno, non solo il 13 ottobre, vuole offrire ascolto, sostegno e informazioni per pazienti e caregiver”.

NOI CI SIAMO MBC ITALIA (Associazione tumore al seno metastatico)

È la prima Associazione nazionale Tumore al seno Metastatico nata con l’obiettivo di ottenere un beneficio sociale e di salute per tutte le donne metastatiche, che prevede anche una sede all’interno dell’ospedale Villa Scassi.

Ogni iniziativa viene svolta per migliorare la qualità di vita delle donne e degli uomini colpiti dal tumore al seno metastatico sotto il profilo fisico, psicologico, umano e sociale.

Per informazioni: https://www.mbcitalia.com/

LE INIZIATIVE DEDICATE

Filo diretto telefonico con lo specialista Asl3 e l’Associazione “Noi ci siamo”

Giovedì 13 ottobre Asl3, in collaborazione con l’Associazione “Noi ci siamo”, mette a disposizione un doppio filo diretto telefonico per fornire informazioni e supporto sul tema in occasione della Giornata Nazionale sul tumore al seno metastatico: interverranno Nicoletta Gandolfo, Direttore del Dipartimento Immagini Asl3 e Coordinatore Breast Unit Asl3, e Deliana Misale, Referente Regionale dell’Associazione Noi ci siamo.

Dalle 9 alle 11, la dottoressa Gandolfo sarà a disposizione per fornire informazioni e consigli sul percorso di cura della Breast Unit Asl3. Il numero da contattare è 010 849 2651.

Nell’ambito dell’iniziativa “Filo diretto” sarà possibile contattare gli esperti anche via mail all’indirizzo insalute@asl3.liguria.it.

L’iniziativa si ripeterà anche venerdì 21 ottobre e giovedì 27 ottobre con altri Professionisti.