18 Maggio 2024 18:07

Cerca
Close this search box.

18 Maggio 2024 18:07

Apre un’attività di ristorazione abusiva, con 8 lavoratori in nero: nei guai una società sportiva, scovata dalla Guardia di Finanza

In breve: Uno dei lavoratori appartenente ad un nucleo familiare beneficiario della misura di sostegno del Reddito di Cittadinanza.

I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Imperia proseguono l’intensificazione delle attività volte alla prevenzione e al contrasto dei traffici illeciti, con particolare riguardo ai Comuni della Provincia caratterizzati da maggiore affluenza turistica.

Le attività eseguite si collocano nell’ambito della missione istituzionale di contrasto all’abusivismo commerciale, al lavoro nero e alla commercializzazione di prodotti recanti marchi contraffatti, allo svolgimento di attività in evasione delle imposte e alle truffe a danno dei cittadini.

Nello specifico, a partire dal mese di agosto, i Reparti territoriali della Guardia di Finanza hanno eseguito oltre 550 controlli nell’ambito della memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi telematici (scontrini e ricevute fiscali), dei quali circa 230 con esito irregolare e numerosi interventi a contrasto dell’abusivismo e dell’impiego di lavoratori “in nero”.

Attività di ristorazione abusiva con 8 lavoratori in nero: nei guai una società sportiva

È stato inoltre accertato dalla Compagnia di Sanremo che un’associazione sportiva dilettantistica, parallelamente al perseguimento delle proprie finalità mutualistiche, svolgeva una vera e propria attività commerciale abusiva di ristorazione con l’impiego di 8 lavoratori “in nero”, uno dei quali appartenente ad un nucleo familiare beneficiario della misura di sostegno del Reddito di Cittadinanza.

Nel settore del contrasto all’impiego di lavoratori “in nero” sono stati eseguiti ulteriori controlli su tutto il territorio provinciale, nel cui ambito sono stati scoperti altri 9 lavoratori “in nero” di cui 5 operanti nel settore della ristorazione, uno dei quali privo del permesso di soggiorno, 2 nel settore del commercio al dettaglio, uno nell’edilizia e uno impiegato in uno stabilimento balneare.

Condividi questo articolo: