Imperia: chiusura punto nascite, “Imperia Rinasce” bacchetta Fratelli d’Italia. “State contribuendo alla disfatta della sanità. Non possiamo chiudere gli occhi”

Imperia Politica Politica

Imperia Rinasce, attraverso la sua referente Alice Biondi, interviene per replicare alle dichiarazioni di Fratelli d’Italia, in merito alla questione della chiusura del Punto Nascite dell’ospedale di Imperia.

Chiusura punto nascite: la replica di Imperia Rinasce a Fratelli d’Italia

“Dopo aver letto il comunicato di F.lli d’Italia noi di “Imperia rinasce”, abbiamo avuto la netta impressione che FdI si sia resa conto di aver avallato un’operazione suicida, messa in atto dal presidente Toti e dai suoi amici di cordata, che si sta però purtroppo abbattendo, come un ciclone, su Imperia, il Dianese e tutto l’entroterra.

La prima domanda che ci viene in mente è quale sia lo scopo di questo tardivo ravvedimento, visto che ormai Berrino ha preso il treno per Roma. Ah, forse vogliamo cercare di far recuperare qualche chance agli Assessori Piana e Scajola, che, attaccati alle braghe di Toti, sanno che rischiano di perdere tutto il consenso tanto faticosamente racimolato nel territorio di Imperia ed evitare di fare una figuraccia alle prossime amministrative?

Ma pensate realmente che Claudio Scajola, abituato a non avere interferenze lungo la sua strada, possa accettare che persone, che non son state capaci di prevedere neppure il crollo della sanità di Imperia, possano far sedere i loro rappresentanti, salvo accettare di non proferire parola al suo tavolo di comando?

Carissimi liguri nelle file di FDI, la sanità ligure è stata fino all’altro ieri nelle mani del presidente Toti, di cui state approvando, per mantenere le poltrone, ogni mossa, ma veramente pensate che i cittadini possano esservene grati?

E cosa dire del nostro Sindaco che, tra un taglio di nastro e l’altro, ha permesso che la sanità imperiese si sgretolasse sotto i suoi occhi, oltretutto esperti (ricordiamo bene quando era presidente dell’Ospedale di Costarainera prima e dell’USL 1 poi).

Possibile che un uomo, così attento al mondo che gli ruota attorno, non abbia compreso che la sanità è oggi per i cittadini un bene ed in servizio irrinunciabile?

La sanità rientra nelle battaglie che noi di Imperia Rinasce vogliamo portare avanti e non possiamo chiudere gli occhi quando la stessa viene strumentalizzata da chi in prima persona sta contribuendo alla sua disfatta”.