Violenza sulle donne: il Senatore Berrino (Fdi) “vergogna per le minacce alla Meloni. La condanna unanime è dovuta”

Politica

Dura presa di posizione del Senatore di Fratelli d’Italia Gianni Berrino a seguito degli striscioni contenenti minacce di morte a Giorgia Meloni, comparsi in un corteo di femministe. Su striscioni e volantini era scritto: “Ti mangeremo il cuore. Fascista meloni noi donne di farem la guerra”.

L’episodio il giorno dopo la Giornata contro la violenza sulle donne

Sottolinea il Senatore Berrino: “Proprio l’altro giorno al Senato abbiamo votato all’unanimità la costituzione della Commissione bicamerale d’inchiesta sui femminicidi. Proprio venerdì è stata la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne ed oggi? Ad un corteo di femministe uno striscione inneggia alla morte di Giorgia Meloni, riesumando uno squallido slogan degli anni 70.

Uno slogan che sa di violenza e morte che fa perdere di significato tutti gli appelli, i discorsi, gli impegni del 25 novembre. Tutte le donne meritano di essere difese. Ma per queste femministe, uscite fuori dalla triste notte dei tempi degli anni di piombo, non tutte le donne, non le donne di destra, non la Presidente del consiglio. Vergogna e disagio. La contrapposizione politica non può degenerare in questo modo. Una condanna univoca da parte di tutti, anche dei piu acerrimi avversari è dovuta“.