17 Aprile 2024 15:11

Cerca
Close this search box.

17 Aprile 2024 15:11

Elezioni Imperia: vince Scajola, il commento di Enrico Lauretti. “È una sconfitta, ma accetto l’esito con serenità. Preoccupante l’astensione”

In breve: Il commento di Enrico Lauretti.

“La città non mi sembra tanto cambiata e neanche tanto in meglio. Evidentemente i cittadini l’han vista così, contenti loro“. Questo le parole di Enrico Lauretti, candidato della lista “Società Aperta”, a commento dei risultati elettorali che vedono la riconferma del sindaco uscente Claudio Scajola con oltre il 62% di preferenze (al momento 34 seggi scrutinati su 44).

L’intervista a Enrico Lauretti

Qual è il suo commento?

“La ritengo una sconfitta di cui mi prendo tutte le responsabilità perchè le nostre aspettative erano superiori. Arrivare al 6/7% non ci soddisfa. Ammettiamolo, è una sconfitta, ma è la democrazia, accetto l’esito serenamente”.

Secondo lei perchè i cittadini hanno preferito largamente Claudio Scajola?

“Evidentemente gode di un largo consenso in città, i cittadini sono convinti che operi bene. Io da parte mia non sono riuscito evidentemente a trasmettere il discorso in cui credo, di valori, competenza e qualità umana. Accetto gli esiti della democrazia”.

Guardando indietro si sente di fare mea culpa per qualcosa?

“Questo è un discorso che necessita di considerazioni più lunghe e approfondite. Ora su due piedi non penso di aver sbagliato: abbiamo fatto una proposta politica chiara legata alla cultura e ai valori, la competenza e la capacità amministrativa la sappiamo esprimere, un certo discorso di cortesia, modestia e gentilezza lo portiamo avanti. Non mancava granché alla nostra proposta politica. Evidentemente ci sono difficoltà che forse non sono stato capace di intravedere”.

Dovesse entrare in consiglio che opposizione farà?

“Bisogna fare l’opposizione sempre nell’interesse della città e dei cittadini, non dev’essere finalizzata a far emergere la propria persona o altro. Se chi governa porta avanti delle pratiche giuste va bene, si approvano, se viceversa vengono proposti obiettivi sbagliati si contrastano con fermezza”.

L’affluenza si è abbassata ancora, come giudica questo dato?

“Il dato sull’astensione è molto grave. C’è sempre più disaffezione per la politica. Anche lì abbiamo fallito perchè mi ero proposto di riuscire a coinvolgere più persone. La città non mi sembra tanto cambiata e neanche tanto in meglio. Evidentemente i cittadini l’han vista così, contenti loro”.

Condividi questo articolo: