25 Maggio 2024 10:03

Cerca
Close this search box.

25 Maggio 2024 10:03

Imperia: la Corte dei Conti analizza i bilanci della Provincia e richiama l’attenzione sulle vicende di Riviera Trasporti, Rivieracqua ed ex Caserme Revelli di Taggia

In breve: I giudici contabili evidenziano le gravi crisi economiche di Rivieracqua e Rt, che potrebbero influire sui conti della Provincia

Nell’adunanza del 22 febbraio 2023, seguita da camera di consiglio, la Corte dei Conti della Liguria ha esaminato la situazione finanziaria della Provincia di Imperia. La relazione è stata depositata soltanto nei giorni scorsi.

I giudici contabili evidenziano le gravi crisi economiche di Rivieracqua e Rt, che potrebbero influire sui conti della Provincia

All’adunanza pubblica sono intervenuti anche, in rappresentanza della Provincia, la Segretaria Generale dott.ssa Rosa Puglia, il Presidente
del Collegio dei Revisori dei Conti dott. Roberto Benedetti, il dirigente dei Servizi Finanziari dott. Luigi Mattioli, la funzionaria dei Servizi Finanziari dott.ssa Valentina Ricca.

I giudici contabili in particolare richiamano l’attenzione della Provincia in particolare su due aspetti: “monitorare l’andamento delle riscossioni dei residui attivi, in particolare, di quelli vantati nei confronti della società Rivieracqua S.c.p.a. e dei comuni gestori e riferiti all’esercizio del servizio idrico integrato, al fine di preservare, anche in chiave prospettica, la tenuta degli equilibri di bilancio dell’Ente; adoperarsi senza indugio per la definizione delle questioni concernenti l’utilizzo dei finanziamenti e dei contributi ottenuti per la realizzazione di lavori sul compendio immobiliare denominato “ex Caserma Revelli” di Taggia.

Come ricostruito dalla stessa Corte dei Conti ligure, “i due mutui riguardanti la ex caserma Revelli, il primo con oneri interamente a carico dello Stato, il secondo a carico della Provincia con interessi a carico dello Stato, erano stati assunti con decreti ministeriali del 1988 e del 1991, a fronte di un progetto di massima per lavori di costruzione di un complesso sportivo polivalente, approvato con delibera di Giunta del 19.05.1988. Solamente nel 2015 sono stati approvati il progetto definitivo-esecutivo ed il capitolato speciale d’appalto, per un importo di circa 1,2 mln di euro. Dopo l’indizione di gara, i lavori sono stati appaltati all’impresa Edilnec srl di Torino (capogruppo con B. Home s.r.l.), per un importo di 700.667,11 euro (ribasso d’asta del 28,8 %).

Effettuata la consegna dei lavori in data 4 luglio 2017, a seguito dell’iscrizione di riserve da parte della impresa, già nel gennaio del 2018 il Rup  avviava la procedura di risoluzione del contratto di appalto, effettivamente risolto in data 16 maggio 2018. L’Ente ha riferito l’assenza di novità circa il contenzioso con la società affidataria del lavoro (Il Tribunale di Imperia ha fissato un’udeinza per il 15 marzo del 2024 ndr) e la volontà dell’Amministrazione di voler sbloccare la situazione, verificando le condizioni per una devoluzione del mutuo e l’autorizzazione a variare l’opera programmata.

Sotto il profilo contabile, a fine esercizio 2021 sono stati apposti specifici vincoli sul risultato di amministrazione per l’eventuale estinzione anticipata del mutuo e l’eliminazione dei residui relativi ai contributi ministeriali a copertura A seguito di richiesta di ulteriori aggiornamenti sulla vicenda, la Provincia ha comunicato l’intenzione, condivisa con il comune di Taggia, di proseguire con la realizzazione dell’opera; è stato quindi dato mandato al Rup di procedere all’aggiornamento del progetto da trasmettere al Ministero per l’ottenimento dei relativi finanziamenti.

Le tre opzioni della Provincia per il progetto delle ex Caserme Revelli di Taggia

La Provincia ha comunque trasmesso un prospetto (cfr. nota prot. 12164 cit.) che compendia tre opzioni:

1)  nuova realizzazione dell’opera con mutuo a carico della Provincia;

2) mancata realizzazione dell’opera;

3) originaria  realizzazione dell’opera con fondi statali, dando contezza dei correlati effetti contabili (vincoli) sul risultato di  amministrazione”.

In conclusione, comunque, la Corte dei Conti ha accertato “l’avvenuto conseguimento, alla data del 31 dicembre 2021, degli obiettivi finanziari intermedi programmati nel piano di riequilibrio finanziario pluriennale della Provincia di Imperia adottato con le deliberazioni del Consiglio Provinciale”.

Sempre i giudici contabili hanno però anche richiamato l’attenzione sulla vicenda della Riviera Trasporti, evidenziando che si tratta di “una situazione di grave criticità finanziaria dovuta ad una situazione di forte indebitamento, sia verso le banche che verso i fornitori e ad una notevole massa di crediti di dubbia esigibilità per i quali non risulta siano state effettuate, tempestivamente, le  opportune svalutazioni”. 

Condividi questo articolo: