IMPERIA. RIVIERA TRASPORTI E AUTOBUS A IDROGENO, LA PROCURA APRE UN’INCHIESTA/I DETTAGLI

Home Imperia

La Procura della Repubblica di Imperia ha aperto un’inchiesta sui cinque autobus a idrogeno acquistati tra il 2012 e il 2013 dalla Riviera Trasporti. Un progetto da 10 milioni di euro che sarebbe dovuto essere finanziato…

10647779_454878011318219_1942735117_n

La Procura della Repubblica di Imperia ha aperto un’inchiesta sui cinque autobus a idrogeno acquistati tra il 2012 e il 2013 dalla Riviera Trasporti. Un progetto da 10 milioni di euro che sarebbe dovuto essere finanziato dall’Unione Europea per 5 milioni, dalla Fondazione Carige per 3.5 milioni, dalla Regione Liguria per 1.5 milioni e dalla Rt per 280 mila euro.

Nel mirino degli inquirenti, in particolare, sarebbe finito il finanziamento da 3.5 milioni di euro erogato dall’Unione Europea (il 70% del totale) e utilizzato dalla Rt per pagare parte dell’importo necessario (totale 6 milioni di euro) per l’acquisto dei cinque autobus dalla società belga Vanhool. Autobus che però, oltre a non essere stati pagati in toto, risultano ancora oggi, a distanza di oltre un anno dall’acquisto, fermi in deposito, ma collegati all’energia elettrica, per la mancanza di un distributore di idrogeno (mai realizzato nonostante l’acquisto di un terreno dedicato, ma mai riqualificato, per un importo pari a 1.5 milioni di euro).

L’inchiesta, condotta dalla Polizia Postale e dalla Guardia di Finanza, partita a seguito di alcune rivelazioni confidenziali e alle verifiche delle fiamme gialle sui conti della società, sarebbe già in fase avanzata e gli inquirenti avrebbe già raccolto svariata documentazione relativa al progetto degli autobus a idrogeno. Nel mirino non ci sarebbe però solo il finanziamento europeo, ma anche l’acquisto, da parte della Riviera Trasporti, per una cifra pari a 1.5 milioni di euro, del terreno in Valle Armea destinato ad essere riqualificato per la successiva realizzazione di un distributore di idrogeno e di un deposito di autobus, ma che allo stato attuale risulta in stato di abbandono. Secondo alcune indiscrezioni ci sarebbero già numerosi indagati. 

 

Segui Imperiapost anche su: