25 Febbraio 2024 00:29

Cerca
Close this search box.

25 Febbraio 2024 00:29

Martedì 11 luglio al Royal Hotel di Sanremo l’Assemblea generale 2023 di Confindustria Imperia. Carlo Cottarelli riflette sull’importanza degli investimenti stranieri

In breve: Tra gli ospiti spicca il nome dell’economista di fama internazionale Carlo Cottarelli

Martedì 11 luglio alle ore 17,30, presso la sala congressi dell’Hotel Royal Sanremo (Corso Imperatrice, 80), avrà luogo l’Assemblea generale 2023 di Confindustria Imperia, che quest’anno avrà come tema principale la capacità di attrarre investimenti stranieri del Ponente Ligure, vista come opportunità da cogliere per dare una prospettiva di crescita al territorio.

Confindustria Imperia riflette con Carlo Cottarelli sull’importanza degli investimenti stranieri

Tra gli ospiti spicca il nome dell’economista di fama internazionale Carlo Cottarelli, che introdurrà i lavori della tavola rotonda moderata dal caporedattore Economia del “Corriere della sera” Nicola Saldutti, a cui parteciperanno Barbara Amerio (presidente Confindustria Imperia), Gianluca Petrera (responsabile Reuben Brothers Italia), Giuseppe Noto (ceo Marina Developement Corporation) e Enrica Delgrosso (direttore Nord-Ovest Sace).

“Vorremmo che questa assemblea possa essere un momento di riflessione sul nostro territorio, sugli scenari internazionali che possono favorire gli investimenti esteri nel nostro Paese e sugli interventi da mettere in atto per superare gli ostacoli che spesso li impediscono – spiega Barbara Amerio, presidente di Confindustria Imperia, ceo del Gruppo Permare e presidente di autostrada dei Fiori Spa -. Crediamo fortemente che il rilancio economico e sociale del Ponente Ligure passi dalla sua capacità di attrarre investimenti dall’estero, vera chiave di volta per la crescita di settori chiave come il turismo, la nautica e l’agroalimentare. Una convinzione, la nostra, che ha solide basi nell’invito ad agevolare gli investitori stranieri e credere nelle potenzialità del nostro territorio che abbiamo già lanciato nell’assemblea dell’anno scorso a Ventimiglia, di cui oggi stiamo vedendo i primi frutti”.

Dopo i saluti istituzionali a cui farà seguito un video che illustra le potenzialità del territorio, i lavori dell’assemblea saranno aperti dall’intervento di Carlo Cottarelli, che introdurrà i temi che verranno trattati nella tavola rotonda. In particolare, Giuseppe Noto e Gianluca Petrera illustreranno due importanti progetti che le società che rappresentano stanno realizzando sul territorio, che se vedranno completato definitivamente il loro iter avranno ricadute sul territorio per diverse centinaia di milioni di euro. Sulla città di Ventimiglia la Marina Development Corporation sta lavorando su un investimento previsto dal fondo internazionale BDF gestito da Namira Sgr, mentre sul porto vecchio di Sanremo il gruppo Reuben Brothers ha in corso un investimento in project financing per il rifacimento di tutto il waterfront della città. Enrica Delgrosso, infine, interverrà in merito al ruolo del Consiglio di Stato e all’esperienza della Sace (società per azioni controllata dal Ministero dell’Economia e delle finanze) sull’export credit.

Carlo Cottarelli

Economista italiano fra i più noti a livello internazionale, attualmente ricopre il ruolo di direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e insegna all’Università Luigi Bocconi

Nato a Cremona nel 1954, dopo la laurea in Scienze Economiche e Bancarie all’Università di Siena e il Master in Economics presso la London School of Economics, lavora presso la direzione monetaria del Servizio Studi della Banca d’Italia e successivamente al Servizio Studi dell’ENI.

Nel 1988 ha inizio la sua carriera al Fondo Monetario lavorando in diversi dipartimenti (European Department, Fiscal Affairs Department, Money and Capital Markets Department e Policy Development and Review Department) con la responsabilità della sorveglianza economica, di assistenza tecnica e di prestiti in svariati paesi avanzati, emergenti e in via di sviluppo, tra i quali Italia, Regno Unito, Russia, Turchia, Portogallo, Grecia, Albania, Croazia, Ungheria, Libano, Tajikistan e Serbia.

È stato direttore del Fiscal Affairs Department del Fondo Monetario, che assiste ogni anno un centinaio di paesi nella realizzazione di riforme di finanza pubblica.

Ha ricoperto il ruolo di commissario per la revisione della spesa pubblica in Italia e quello di direttore esecutivo al Fondo Monetario per Italia, Albania, Grecia, Malta, Portogallo e San Marino ed è stato Senatore della XIX legislatura della Repubblica Italiana.

Negli anni accademici 2017-18 e 2018-19 è stato visiting professor presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi.

Ha pubblicato numerosi articoli e libri su politiche fiscali, monetarie e di cambio e sulle istituzioni per la politica economica, oltre ad alcuni libri per Feltrinelli Editore: “La lista della spesa. La verità sulla spesa pubblica italiana e su come si può tagliare” (Il macigno, 2015). “Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene” (2016), “I sette peccati capitali dell’economia italiana” (2018), “Pachidermi e pappagalli. Tutte le bufale sull’economia a cui continuiamo a credere” (2019), “All’inferno e ritorno. Per la nostra rinascita sociale ed economica” (2021) e “Chimere. Sogni e fallimenti dell’economia” (2023).

Condividi questo articolo: