18 Maggio 2024 05:22

Cerca
Close this search box.

18 Maggio 2024 05:22

Imperia: nuovo asilo a Piani, convocata conferenza dei servizi. Ecco il progetto, sul tetto pannelli solari per produrre energia pulita / Le immagini

In breve: Il progetto prevede la realizzazione di un Asilo Nido pubblico che accoglierà 120 bambine e bambini tra 0/3 anni di età fino alla conclusione dell’anno educativo.

È stata convocata per il 10 gennaio 2024 la conferenza dei servizi decisoria relativa alla realizzazione del nuovo asilo nido che sorgerà a Piani, in corso Salvatore Allende, grazie ai fondi ottenuti dal PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).

Imperia: nuovo asilo a Piani, ecco il progetto

Il progetto prevede la realizzazione di un Asilo Nido pubblico che accoglierà 120 bambine e bambini tra 0/3 anni di età fino alla conclusione dell’anno educativo.

Le caratteristiche dell’edificio

“L’edificio – si legge nel progetto – faciliterà l’accudimento delle bambine e dei bambini, la loro socializzazione, la loro educazione, promuovendone il benessere e lo sviluppo dell’identità, dell’autonomia e delle competenze. Il nido, in progetto, accoglierà i bambini senza distinzione di sesso, abilità, nazionalità, etnia, religione e condizione economica. Il nido è progettato per rispondere a un corretto rapporto numerico tra personale e bambini che è uno degli elementi fondamentali che concorre a determinare la qualità del servizio che la struttura dovrà erogare.

La superficie utile netta complessiva destinata alle attività educative, ricreative, di riposo, di consumazione dei pasti e dei servizi igienici per i bambini sarà almeno di garanzia minima di n.1 locale per l’igiene dei bambini dotato di (conforme con LINEE GUIDA ALISA della REGIONE LIGURIA in materia IGIENICO-SANITARIA):

– un WC piccolo ogni sette bambini
– un lavabo piccolo con un rubinetto ogni sette bambini
– una vaschetta bagno fissa e un fasciatoio

Il progetto – si legge ancora – prevede la creazione degli ingressi tramite l’ampio atrio di filtro di forma a doppio semi-ellisse quale spazio di accoglienze dove troveranno posto gli armadietti per il deposito degli effetti personali e/o per il deposito delle carrozzine di ciascun bambino.

Per ogni blocco (blocco A – di estetica “quadrata” – dx dell’ingresso principale) e (blocco B – di estetica

“rettangolare” – sx dell’ingresso principale) si prevede la realizzazione di n.1 cucina e di n.1 dispensa poiché i pasti verranno confezionati all’interno del nido. Questo locale potrà essere usato anche solo come scaldavivande per la porzionatura, per il lavaggio delle stoviglie e per la gestione dei rifiuti.

E’ inoltre previsto un locale a uso spogliatoio di adeguate dimensione e un servizio igienico a uso esclusivo del personale.

Il progetto prevede la realizzazione di spazi esterni ad uso esclusivo della struttura per potervi svolgere attività educative e ricreative. Questi spazi saranno adeguatamente attrezzati e piantumati nel rispetto delle normative igieniche di sicurezza.

Il progetto elaborato per il Comune di Imperia si propone, attraverso la creazione di spazi ricchi di luce naturale, ambienti spaziosi ed aerati, integrazione delle aule con il verde che penetra quasi all’interno, di creare un ambiente sano e coinvolgente non solo per i bambini ma anche per gli operatori che lavorano al suo interno. Le pareti saranno colorate con tinte tenui e rilassanti per favorire un atteggiamento positivo da parte degli educatori.

Utilizzo di energia prodotta da fondi rinnovabili

Per il raggiungimento dello standard NZEB (Near Zero Energy Building), edifici ad altissimo rendimento con un fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo, questo dovrà essere coperto in misura significativa da energia prodotta da fonti rinnovabili, all’interno del confine delle aree coinvolte dal progetto di riqualificazione urbana e edilizia.

Il tetto dell’asilo nido ospiterà un impianto solare che produrrà gran parte dell’energia necessaria al funzionamento dell’impianto di riscaldamento a pompa di calore che verrà montato all’interno del Polo per l’infanzia.

Le pompe di calore integrate con i pannelli fotovoltaici costituiscono un sistema integrato e virtuoso, sono infatti in grado di garantire il caldo, il freddo e l’acqua calda sanitaria attraverso l’utilizzo di sistemi ibridi, rispondendo allo stesso tempo alle richieste sempre più stringenti in caso di realizzazione di edifici pubblici (NZEB). Questi sistemi infatti abbinano l’efficienza energetica alle fonti rinnovabili.

I pannelli ibridi permettono la conversione dell’energia irradiata dal sole in energia elettrica ed in energia termica.

Valenza sociale

Il progetto prevede la realizzazione di spazi dedicati ai servizi sociali innovativi. Tutta la scuola è accessibile da persone con difficoltà motorie e sensoriali, ogni spazio è senza barriere e dotato di idonea segnaletica Loges.
Nel Nido è possibile svolgere attività con sostegno professionale alla famiglia ed al bambino, incontri protetti, attività di consulenza alle madri, monitoraggio della crescita, tutte quelle attività di consulenza che non trovano una sede adeguata e che in questo edificio saranno di facile gestione”.

Condividi questo articolo: