26 Febbraio 2024 11:41

Cerca
Close this search box.

26 Febbraio 2024 11:41

Sanremo 2024: Giovanni Allevi suonerà al festival. “Che emozione tornare davanti al pubblico. Sarò la voce dei guerrieri che affrontano la sofferenza della malattia”

In breve: Una notizia che ha entusiasmato i tanti estimatori e fan del pianista e compositore assente dalle scene da circa di due anni per affrontare una grave malattia, il mieloma multiplo.

In un emozionante collegamento al Tg1, Amadeus, direttore artistico del Festival di Sanremo dal 2020, ha svelato il suo invito a Giovanni Allevi sul palco del Teatro Ariston per l’edizione 2024. Una notizia che ha entusiasmato i tanti estimatori e fan del pianista e compositore assente dalle scene da circa di due anni per affrontare una grave malattia, il mieloma multiplo.

Sanremo 2024: Giovanni Allevi suonerà al festival

“Il pianista suonerà di nuovo il pianoforte davanti al pubblico dopo quasi due anni di ritiro dalle scene – affermano dallo staff di Allevi La malattia non è ancora del tutto sconfitta, ma siamo certi che Giovanni saprà toccarci il cuore col suo esempio, le sue parole e le sue note”.

“È qualcosa che va al di là della musica e tocca le corde del sentimento – ha dichiarato Amadeus al Tg1 – Giovanni Allevi è una persona che ammiro non solo musicalmente ma anche umanamente, con il suo pianoforte ha affascinato milioni di fan in tutto il mondo, poi all’improvviso una malattia insidiosa lo ha costretto ad abbandonare le scene per affrontare la sua battaglia più dura. Battaglia che non è ancora del tutto vinta ma la sua passione e forza di volontà superano la sofferenza. Sono onorato che abbia accettato il mio invito”.

“Un saluto affettuoso – ha detto Allevi in un video messaggio – sono profondamente grato, chissà che emozione tornare a suonare di nuovo per il pubblico, e avrò anche la grande responsabilità di lasciarvi una riflessione nel mezzo della battaglia contro la malattia, non ancora del tutto vinta. Sarò la voce di tanti guerrieri che affrontano la sofferenza portando in fondo al cuore un forte attaccamento alla vita”.

Condividi questo articolo: