15 Giugno 2024 18:39

Cerca
Close this search box.

15 Giugno 2024 18:39

Ventimiglia: controllo straordinario del territorio della Polizia, scattano denunce e fogli di via

In breve: Per 4 di loro è stato redatto biglietto d’invito presso alcune Questure del nord Italia, presso le quali sono pendenti alcuni procedimenti per rilascio della protezione internazionale.

Disposto in seno al Comitato Provinciale per l’ordine e la Sicurezza Pubblica, nel pomeriggio di ieri, 28 novembre, si è svolto a Ventimiglia un servizio straordinario di controllo del territorio svolto congiuntamente da Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale, ai quali si sono aggiunti 2 equipaggi del reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato di Genova.

Si è proceduto al controllo dei luoghi che ormai sono da considerarsi obiettivi sensibili, quali i giardini, la stazione ferroviaria e il quartiere “Gianchette”. Alcune decine di persone sono state controllate e 11 cittadini extracomunitari sono stati accompagnati presso il Commissariato per accertamenti più approfonditi.

Per 4 di loro è stato redatto biglietto d’invito presso alcune Questure del nord Italia, presso le quali sono pendenti alcuni procedimenti per rilascio della protezione internazionale.

Durante il controllo sono state, altresì identificate 4 persone che nella serata del 27 novembre si erano rese responsabili di una rissa e del danneggiamento di un’autovettura.

Tutti sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria e, per 3 di questi, anche disposto il foglio di via obbligatorio.

Nella mattinata, personale del Commissariato ha, inoltre, deferito in stato di libertà un cittadino francese che si era reso responsabile di un furto presso un esercizio commerciale, il quale è stato riammesso in Francia, mediante accompagnamento presso la Polizia Francese.

Personale dell’Ufficio Immigrazione del Commissariato ha, inoltre, deferito in stato di libertà un cittadino pakistano per false dichiarazioni a P.U. e per il reato di favoreggiamento all’immigrazione clandestina poiché, previo compenso, forniva fittiziamente ospitalità a diversi cittadini extracomunitari, producendo presso il Commissariato le relative dichiarazioni di ospitalità.

Condividi questo articolo: