25 Giugno 2024 00:10

Cerca
Close this search box.

25 Giugno 2024 00:10

Diano Marina: il Consiglio comunale vota all’unanimità a sostegno del Comitato per il “No al Cpr alla Camandone”/Foto

In breve: Anche i consiglieri di opposizione, con Parrella e Bellacicco in testa, pronti a far fronte comune contro l'ipotesi del Cpr nel Golfo
Il Consiglio comunale di Diano Marina ha affrontato questa sera la delibera unitaria adottata da tutti i Comuni del Golfo Dianese, con il sostegno anche delle opposizioni e delle Associazioni di categoria, relativa al “No al Cpr nel Golfo Dianese”.

Anche i consiglieri di opposizione, con Parrella e Bellacicco in testa, pronti a far fronte comune contro l’ipotesi del Cpr nel Golfo

La pratica è stata illustrata dal Sindaco Cristiano Za Garibaldi, che spiega: “Preso atto della possibile individuazione dell’ex Caserma Camandone di Diano Castello come sede di un Cpr, il 6 novembre si è tenuta una riunione in Comune a Diano per la creazione di una cabina di regia e il 17 novembre presso il Teatro Concordia di Diano Castello si è riunito un Consiglio comunale monotematico con gli amministratori dei Comuni del Golfo e i responsabili delle Associazioni di categoria ed è stato costituito un Comitato per il no al Cpr, presieduto dal Sindaco di Diano Castello.  Considerato che si intendono porre in essere azioni atte a coinvolgere anche la popolazione per salvaguardia del territorio e della sua vocazione turistica, con manifestazioni e iniziative collaterali, gli amministratori dei Comuni intendono sostenere le iniziative del Comitato, anche avviando anche raccolte di firme pubbliche e via web“. Sottolinea il consigliere Francesco Parrella: “Abbassiamo le armi dell’opposizione e sosteniamo con forza le iniziative per dire no al Cpr alla Camandone perché condividiamo questa difesa del territorio. Riteniamo che sia importante discutere in seno al Comitato ogni iniziativa anche per dare importanza al Comitato stesso. Sottolineiamo che l’azione mediatica e di comunicazione pubblica avrà la sua efficacia e deve esserci. Noi non facciamo comunicazioni singole perché abbiamo deciso di lavorare tutti insieme e auspichiamo che vengano fatti passi celeri. Condividiamo che dal 4 dicembre si tenga aperto il Comune per favorire una raccolta di firme. Dobbiamo essere coerenti e stare alle regole del Comitato. O vinciamo o perdiamo tutti insieme”. Dice il consigliere Marcello Bellacicco: “Credo che la nostra posizione nei confronti di questa problematica sia stata chiara fin dall’inizio e  fin da subito abbiamo cercato di essere propositivi e abbiamo anche presentato delle proposte concerete e anche provocatorie. Ad esempio si parlava anche di essere ricevuti dal Ministro Piantedosi. La comunicazione è fondamentale perché l’azione popolare diventa il punto focale dell’azione di tutti.  E’ bene che le varie menti dicano cosa ritengono opportuno fare e poi la maggioranza del Comitato è giusto che decida. Secondo noi l’azione popolare deve passare anche attraverso una manifestazione e nelle feste di Natale i turisti potrebbero essere in piazza insieme ai cittadini di Diano Marina” Il Sindaco ha ringraziato Parrella e Bellacicco per le loro parole e la condivisione di intenti su quella che il primo cittadino ha definito come una “possibile sciagura per il territorio”.  Il Presidente del Consiglio Francesco Bregolin ha ribadito l’importanza del Comitato e della presenza nello stesso delle Associazioni di categoria ed ha ringraziato Parrella e Bellacicco per l’unità di intenti trovata in questa occasione. La delibera di adesione al Comitato per il No al Cpr alla Camandone è stata approvata all’unanimità.

Varata una variazione al bilancio per nuovi investimenti in opere pubbliche per oltre 167 mila euro

L’assessore al Bilancio Luca Spandre ha quindi illustrato la pratica relativa a una variazione al bilancio di previsione 2023/2025 per apportare modifiche per maggiori spese per investimenti per oltre 167 mila euro, finanziati con avanzo di amministrazione e maggiori entrate. Spiega Spandre: “51 mila euro serviranno per la progettazione della riqualificazione di corso Roma e per lo studio dell’erosione della costa lato Ponente, 45 mila euro per il collegamento fra via Saponiera e piazza Costituzione sul nuovo tratto di ciclabile, 20 mila per l’acquisto di un’auto per i Servizi sociali e 50 mila euro per asfalti e sottoservizi in via Magnolie“. La pratica è stata approvata con i voti della maggioranza e l’astensione dell’opposizione. Sempre l’assessore Luca Spandre è intervenuto poi per illustrare la pratica relativa all’addizionale comunale Irpef, che per il 2024 non subirà variazioni di aliquota. Dice Spandre: “Portiamo la delibera in Consiglio comunale come atto dovuto, confermando l’ aliquote già in vigore, pari allo 0,8% e la soglia di esenzione a 8 mila euro“. La pratica è stata approvata dalla maggioranza. Francesco Bregolin ha poi relazionato in merito alla convenzione fra i Comuni di Diano Marina e Diano San Pietro per la pianificazione di Protezione Civile e il coordinamento dei primi soccorsi. Spiega Bregolin: “E’ una convenzione che va avanti ormai da anni, ma deve essere aggiornata in base alle nuovo norme”. Bregolin ha anche ribadito che proseguono i lavori per la progettazione di una sede più idonea per la squadra dei volontari della Protezione Civile di Diano Marina e al contempo si ragiona sulla collaborazione fra tutte le squadre del Golfo Dianese. Sottolinea Bregolin: Regione Liguria vedrebbe bene la creazione di una squadra intercomunale unica. Vedremo”. La pratica è stata approvata all’unanimità. Il Consiglio ha poi provveduto alla revoca dello svolgimento in forma associata delle funzioni di segreteria comunale con il Comune di Dolceacqua per procedere immediatamente dopo alla stipula di uguale convenzione con il Comune di Prelà. Come ha spiegato il Sindaco Cristiano Za Garibaldi ha infatti spiegato che la prima convenzione con Dolceacqua non era mai stata perfezionata dalla firma dei rispettivi sindaci. Entrambe le pratiche sono state approvate.

Condividi questo articolo: