26 Febbraio 2024 11:31

Cerca
Close this search box.

26 Febbraio 2024 11:31

Imperia: l’appello disperato di un uomo di 78 anni, “dopo lo sfratto per scadenza di contratto, non riesco a trovare un casa in affitto”/Video

In breve: Dopo tanti tentativi in agenzie e ai Servizi sociali del Comune, Francesco Sciacca si è rivolto a noi per lanciare il suo appello

Francesco Sciacca, 78 anni, carpentiere in pensione, cerca disperatamente una casa in affitto. Ha ricevuto uno sfratto esecutivo non per non aver pagato l’affitto dell’alloggio dove sta ora, ma semplicemente perché i padroni di casa, dopo oltre 18 anni, non gli vogliono rinnovare il contratto.

Dopo tanti tentativi in agenzie e ai Servizi sociali del Comune, Francesco Sciacca si è rivolto a noi per lanciare il suo appello 

Spiega Francesco ai microfoni di Imperiapost Tv: “Sono Francesco Sciacca, ho 78 anni e da 18 abito in una casa in affitto a Porto Maurizio. Ho sempre pagato l’affitto e sono ancora disposto a pagarlo, ma mi è arrivato lo sfratto per scadenza di contratto e il Tribunale dice che questa casa la devo lasciare.

Io chiedo soltanto di trovare una casa in affitto, perché non posso andare a vivere in mezzo alla strada. Mi sono rivolto a quasi tutte le agenzie di Imperia, sono stato degli assistenti sociali, ho cercato di avere un appuntamento col sindaco. L’unico appuntamento che sono riuscito ad avere adesso è il giorno 12 dicembre, da Arte, quelli delle Case Popolari. Mi hanno dato un appuntamento, ma non so se si risolve qualcosa. Anche perché io non cerco una casa popolare, ho la possibilità di pagare un affitto. Non è che voglio entrare senza pagare.

Io le case in affitto le ho cercate, ho girato e non sono riuscito. Tutti mi dicono ‘casa per vacanze’, non ci sono affitti, non ci sono. Non so come fare, non so dove sbattere la testa. L’unica soluzione che cerco è una casa. Non è che cerco qualcos’altro, mi serve la casa dove poter vivere, poter dormire, poter mangiare. Poter fare quello che si fa in una casa.

Attualmente vivo da solo, mia moglie è morta il primo settembre dell’anno scorso. Con i figli abbiamo chiuso il rapporto quando mia moglie si è ammalata e non ci sentiamo più. Mi piacerebbe sentirli. Che squillasse il telefono ed una delle mie figlie dicesse ‘Pronto Papà come stai?’ Niente, neanche quello. Perciò preferisco stare in mezzo alla strada che andare a dormire dalle mie figlie.

Voglio la mia vita e la mia indipendenza. Sono stato sposato 52 anni con mia moglie. Lavoravo nei cantieri, ho fatto sempre il carpentiere. Sono andato a lavorare nell’edilizia che avevo 12 anni. Sono andato in pensione che avevo 65 anni. Io voglio una casa di affitto e pagherò l’affitto come l’ho pagato per 18 anni e mezzo qui. Non ho avuto mai uno sfratto per per non aver pagato.

Io non so che dire, ho parlato con tanta gente, passaparola e agenzie, ma per ora non ho trovato assolutamente niente”.

 

Condividi questo articolo: