26 Febbraio 2024 12:15

Cerca
Close this search box.

26 Febbraio 2024 12:15

Villa Faraldi: acqua non potabile da un mese, disagi per i cittadini. “Lavori eseguiti, ma mancano analisi di Rivieracqua”

In breve: Un mese fa, lo scorso 5 novembre, il Sindaco di Villa Faraldi Stefano Damonte, ha firmato l'ordinanza che stabiliva il divieto dell'uso potabile dell'acqua a seguito di un guasto avvenuto alle pompe dell'acquedotto. Da quel momento, il provvedimento non è stato revocato e i cittadini segnalano disagi.

“Da un mese utilizziamo l’acqua in bottiglia per cucinare e per lavare i denti, quando sarà revocata l’ordinanza di non potabilità?”. Questo si chiedono da alcune settimane i residenti di Villa Faraldi, Tovo e Tovetto.

Lo scorso 5 novembre, infatti, il Sindaco di Villa Faraldi Stefano Damonte ha firmato l’ordinanza che stabiliva il divieto dell’uso potabile dell’acqua a seguito di un guasto avvenuto alle pompe dell’acquedotto. Da quel momento, il provvedimento non è stato revocato e i cittadini segnalano disagi.

Villa Faraldi: acqua non potabile da un mese, disagi per i cittadini. “Lavori eseguiti, ma mancano analisi di Rivieracqua”

“Continuiamo a utilizzare acqua in bottiglia per cucinare o a bollire l’acqua prima di utilizzarla – spiegano i residenti – non sarà la fine del mondo, però non abbiamo più ricevuto notizie e vorremmo capire come mai ancora non ci sono sviluppi sulla situazione, anche perchè le bollette le paghiamo per intero”.

Contattato da ImperiaPost, il Sindaco Stefano Damonte ha spiegato:Il 5 novembre ho firmato l’ordinanza di non potabilità come richiesto da Rivieracqua che stava intervenendo su un guasto alle pompe. Nel giro di pochi giorni tutto è tornato alla normalità, ma per poter revocare l’ordinanza ho bisogno di avere gli esisti delle analisi di Rivieracqua per essere certi che i valori siano nella norma. Dato che questi esiti non arrivano, non posso firmare un’ordinanza, ne va della tutela della salute dei miei cittadini. Dopo diverse segnalazioni all’azienda per sollecitare, mi hanno riferito di aver effettuato i campionamenti in settimana, perciò dovrebbe essere questione di giorni. Dopodichè si potrà tornare a utilizzare l’acqua per tutti gli usi potabili”.

 

Condividi questo articolo: