26 Febbraio 2024 11:14

Cerca
Close this search box.

26 Febbraio 2024 11:14

Imperia: convegno sull’Alzheimer con il neurologo Massimo Tabaton. “Dagli Stati Uniti nuove terapie per rallentare il decorso della malattia”/Foto e Video

In breve: L'iniziativa della Società di Mutuo Soccorso Raineri ospitata questa mattina nella sala convegni della Biblioteca civica
La sala convegni della Biblioteca di Imperia ha ospitato questa mattina il convegno organizzato dalla Società di Mutuo Soccorso Raineri e dedicato alle nuove terapie per la malattia di Alzheimer. Relatore è stato il professor Massimo Tabaton, neurologo e docente di neurologia all’Università di Genova.

L’iniziativa della Società di Mutuo Soccorso Raineri ospitata questa mattina nella sala convegni della Biblioteca civica

Spiega il professor Tabaton: “Negli Stati Uniti sono state approvate tre nuove terapie, le prime sul meccanismo e quindi le prime terapie mirate a rallentare il decorso della malattia. Sono state approvate solo negli Stati Uniti e non ancora in Europa e non so se saranno approvate. Rallentano del 30% il decorso della malattia nel giro di due anni Cure definitive nel senso di bloccare la malattia o farla regredire non ce ne sono e penso che non ce ne saranno mai, almeno per i prossimi 50 anni, poi chissà, l’evoluzione della scienza è così rapida negli ultimi 30 anni che non si può dire”.

Le nuove terapie potranno arrivare anche in Italia?

“Il primo passaggio è l’approvazione da parte dell’Ema, l’ente europeo che regola i farmaci e poi l’Aifa italiana di solito segue le direttive dell’Ema. Non so, perché ci sono anche effetti collaterali, che richiedono controlli, come una risonanza magnetica ogni mese per controllare le micro emorragie che sono effetti collaterali abbastanza frequenti. Una compagnia che produce uno dei farmaci, forse il più efficace, ha già chiesto l’autorizzazione all’Europa. Vedremo”.

Condividi questo articolo: