24 Aprile 2024 11:25

Cerca
Close this search box.

24 Aprile 2024 11:25

Imperia: parcheggi blu, i promotori della raccolta firme tornano alla carica. “Il Sindaco si è rifiutato di apportare modifiche, continuate ad aderire alle petizione”

In breve: La nota dei promotori della raccolta firme nata per chiedere lo stop al nuovo piano della sosta del comune di Imperia, entrato in vigore venerdì 1 marzo.

“Il nostro Sindaco si è rifiutato di apportare qualsiasi modifica, attuando in toto lo studio di Go Imperia, incurante del notevole disappunto, culminato in 2000 firme raccolte in poco più di una settimana”. Queste le parole dei promotori della raccolta firme nata per chiedere lo stop al nuovo piano della sosta del comune di Imperia, entrato in vigore venerdì 1 marzo.

Imperia: parcheggi blu, i promotori della raccolta firme tornano alla carica

“Il nuovo, contestatissimo, piano della sosta è stato attivato l’altroieri, esattamente come concepito ed approvato nel Consiglio Comunale di dicembre. Ancora una volta vorremmo rammentare due fatti importanti.

Primo: l’Amministrazione continua a sostenere che i posti trasformati a pagamento sono “solo” 254 (scusate se è poco), ma l’unico numero rilevante, da un punto di vista formale e legale, è quello approvato in Consiglio, cioè 491. Qualunque rettifica richiederebbe un nuovo passaggio in Consiglio Comunale, che non c’è stato.

Questo significa che, al di là di quello che è stato detto, fatto, o promesso (a parole), l’Amministrazione potrebbe, in qualunque momento successivo (cioè quando si calmeranno le acque), trasformare tutti quei posti che al momento ha lasciato ancora liberi in posti a pedaggio (fino alla quota di 491), senza neppure passare per il Consiglio.

Invitiamo quindi i cittadini a diffidare delle promesse verbali del nostro Sindaco in merito all’entità dei posti convertiti, poiché potrebbero avere in seguito una brutta sorpresa.

Secondo: non sappiamo se i lettori si sono accorti di una notizia passata sui telegiornali nazionali, riguardo alla gestione dei bagagli al seguito sui treni. In pratica, Trenitalia aveva deciso di equiparare, a quella degli aerei, la gestione dei colli sulle tratte ad alta velocità, con limitazioni simili, anche sui treni “normali”. Vi chiederete quale sia il collegamento fra tutto questo e i parcheggi blu: il nesso è l’atteggiamento tenuto da Trenitalia che, vista l’ondata di proteste da parte dell’utenza, ha deciso di sospendere il provvedimento. Al contrario, il nostro Sindaco si è rifiutato di apportare qualsiasi modifica, attuando in toto lo studio di Go Imperia, incurante del notevole disappunto, culminato in 2000 firme raccolte in poco più di una settimana.

Anche la discussione della vicenda parcheggi nell’ultimo Consiglio Comunale, è avvenuta ben oltre la mezzanotte, proprio per il rifiuto dell’Amministrazione di anticiparne la discussione per rispetto alla cittadinanza presente.

Riteniamo quindi che questa Amministrazione abbia scelto un modello di rapporto con cittadini sempre più distante da quello democratico.

Per tutto questo, invitiamo coloro che non avessero ancora aderito alla petizione, a farlo: i numeri (in costante crescita), sono importanti per evidenziare, democraticamente, il forte disagio patito dalla maggior parte dei cittadini. I cittadini sono ad un bivio: chinare la testa, sottomettendosi alla richiesta assurda ed eccessivamente esosa dell’Amministrazione, oppure manifestare la propria contrarietà con gli strumenti democraticamente consentiti, dei quali il nostro Primo Cittadino sembra avere scarsa considerazione. Firmare la petizione non costa nulla, mentre pagare i nuovi parcheggi grava sicuramente in modo ben più consistente sul bilancio delle famiglie che, evidentemente, è stato messo in secondo piano rispetto a quello del Comune.

Vi anticipiamo infine che, la prossima settimana, ci saranno ulteriori nuove iniziative, relative alla vicenda dei parcheggi, delle quali daremo ampia diffusione”.

Punti di raccolta su Oneglia:
Vicino al Centro TIM (nei pressi del Ponte Impero): Assicurazioni Aicardi.
Via San Giovanni, 62: Enoteca bar Marchisio.
Piazza Dante: Bar Rondò.
Via della Repubblica: Green House.
Punti di raccolta su Porto Maurizio:
Via Cascione: Primo Piano Abbigliamento, Mietto Cartoleria, Happy Print, Merceria Beautiful,
Calzature Giulia.
Via XX Settembre: cartoleria l’Armadilla
Corso Aurelio Saffi: Meccanico

Condividi questo articolo: