16 Luglio 2024 12:47

Cerca
Close this search box.

16 Luglio 2024 12:47

Diano Marina: lavori ciclabile, chiusa la Incompiuta dal 19 giugno a inizio 2025. “Indispensabile per garantire la sicurezza. Pesante ma inevitabile rinuncia”

In breve: Questa misura si rende necessaria per garantire la sicurezza durante i lavori a cura della Regione, che sono parte integrante del progetto PNRR volto a valorizzare la mobilità ciclistica.

In occasione dell’apertura dei cantieri di Regione Liguria nell’ambito dell’esecuzione degli interventi per la realizzazione della Ciclovia Tirrenica a Diano Marina, la strada ciclo-pedonale detta “Incompiuta” sarà chiusa al passaggio pedonale in corrispondenza della stagione estiva, dal 19 giugno 2024 ai primi mesi del 2025.

Questa misura si rende necessaria per garantire la sicurezza durante i lavori a cura della Regione, che sono parte integrante del progetto PNRR volto a valorizzare la mobilità ciclistica.

Come specificato dal RUP, la natura dell’intervento rende impossibile l’apertura, anche parziale, del passaggio pedonale che collega Diano Marina a Imperia. La realizzazione della Ciclovia Tirrenica prevede infatti lavori complessi, inclusi la demolizione e ricostruzione di strutture esistenti, l’installazione di nuovi impianti di illuminazione e barriere di sicurezza, nonché interventi significativi sulle infrastrutture idriche. Inoltre le operazioni previste per la sicurezza del versante e il transito dei mezzi pesanti rendono impossibile garantire un passaggio sicuro per i pedoni.

“La chiusura temporanea dell’Incompiuta è indispensabile per garantire la sicurezza e il completamento dei lavori nei tempi previsti” ha dichiarato il Sindaco di Diano Marina. “Si tratta di una pesante ma inevitabile rinuncia. Continueremo a monitorare i lavori e a collaborare con la Regione Liguria per minimizzare l’impatto sul turismo locale, con l’obiettivo di completare entro i tempi previsti la Ciclovia Tirrenica, che rappresenta un importante investimento per il futuro della mobilità sostenibile nella nostra regione”.

Condividi questo articolo: