24 Febbraio 2024 23:14

Cerca
Close this search box.

24 Febbraio 2024 23:14

IMPERIA. IL COMITATO DI VIA SANTA LUCIA RACCOGLIE LE FIRME CONTRO IL PD. IN 206 DICONO: “NON VI VOTEREMO MAI PIÙ”

In breve: "Nel rivolgerci ancora una volta ai cittadini del rione S. Lucia, nostra fonte insostituibile di incitamento, chiediamo loro di dare un ulteriore segnale di malcontento in occasione delle prossime elezioni primarie del P.D., in programma domenica 11 gennaio, disertando la consultazione".

pd via santa lucia

Imperia. Si inasprisce lo scontro tra il comitato in favore del ripristino del doppio senso di via Santa Lucia e il Partito Democratico. Nei giorni scorsi è stata recapitata al segretario regionale Giovanni Lunardon, a quello  Provinciale Pietro Mannoni e a quello cittadino Andreina Puccioni una petizione firmata da ben 206 elettori e simpatizzanti del PD con la quale si informa il partito che gli stessi, a fronte dell’atteggiamento dello stesso sulla vicenda del senso unico di via Santa Lucia, non esprimeranno più il loro voto in suo favore.

Una decisione forte che ha scosso il partito in un momento delicato come quello delle elezioni primarie prima e regionali poi. I firmatari si dicono delusi dall’atteggiamento del partito ma lasciano uno spiraglio nel caso in cui qualcosa dovesse cambiare. Nei prossimi giorni, il partito si confronterà nuovamente sulla vicenda e metterà ai voti la posizione che deciderà di sostenere.

A distanza di oltre un anno la protesta dei residenti non si placa e il comitato ha annunciato azioni legali e di protesta.

IL COMUNICATO: 

“I cittadini di Imperia firmatari del presente documento, fino a ieri simpatizzanti e potenziali elettori del P.D., amareggiati e delusi dal comportamento tenuto dal Partito Democratico di Imperia, incapace di fare valere il proprio peso politico in seno alla maggioranza che amministra Imperia, comunicano che alle future consultazioni elettorali non esprimeranno la loro preferenza per il Partito Democratico.”

“E’ questo il leitmotiv del documento che è stato inoltrato ai massimi rappresentanti regionali e provinciali del Partito Democratico, nell’ambito della battaglia che il Comitato di Via S. Lucia porta avanti per la annosa diatriba “senso unico-doppio senso” in Via S. Lucia.

Come avevamo preannunciato, questo è il primo segnale della nostra ferma determinazione nel proseguire la protesta e non sarà certo l’ultimo.

Al documento, fatto pervenire alla segreteria regionale e provinciale del P.D., è stato allegato un elenco di oltre 200 firme di cittadini che non hanno esitato ad apporre la loro sigla per dimostrare la loro forte indignazione per l’atteggiamento mantenuto dai rappresentanti del partito che occupa il maggior numero di poltrone nel Consiglio e nella Giunta Comunale.

Naturalmente la sottoscrizione resterà aperta a chiunque desidererà manifestare il proprio malcontento, in primis per la questione che assilla il rione S. Lucia, ma senza disdegnare tutti quei problemi che quotidianamente vengono evidenziati dai cittadini e dagli organi di stampa ed ai quali non si pone rimedio: situazione delle strade, stato dei marciapiedi, pulizia della città, viabilità, vivibilità dei rioni  ecc. ecc.

L’iniziativa, rivolta in particolar modo verso il Partito Democratico, come detto maggior partito della coalizione di governo della città di Imperia, non intende però sottovalutare le responsabilità, altrettanto pesanti, dei restanti partiti e gruppi che sostengono la Giunta Capacci. 

Ci riferiamo a Imperia Cambia, lista del Sindaco, intenzionata a presentarsi alle prossime elezioni regionali con la sigla Liguria Cambia, Nuovo Centro Destra, Imperia di tutti Imperia per tutti (alias PSI). Gruppi e partiti parimenti responsabili dello stato in cui versa la nostra città e della gestione antidemocratica del contenzioso che riguarda Via S. Lucia.

Nel rivolgerci ancora una volta ai cittadini del rione S. Lucia, nostra fonte insostituibile di incitamento, chiediamo loro di dare un ulteriore segnale di malcontento in occasione delle prossime elezioni primarie del P.D., in programma domenica 11 gennaio, disertando la consultazione.

Chiediamo questo in virtù di appelli riguardanti il rione S. Lucia, rivolti e sollecitati dal Comitato ad entrambe i contendenti alle primarie, Cofferati e Paita, rimasti purtroppo lettera morta”.  

 

Condividi questo articolo: