Attualità, Cronaca, Home, Porto di Imperia — 23 luglio 2013 alle 12:55

Ufficiali giudiziari sul porto di Imperia, in corso il pignoramento dello scalo turistico

Gli ufficiali giudiziari del tribunale di Imperia si sono presentati questa mattina negli uffici della Porto di Imperia S.P.A. per notificare il provvedimento di pignoramento del porto di Imperia. Il provvedimento è legato ai quei 142 milioni di euro che il fisco pretende dalla Porto di Imperia S.P.A. A dare per primo la notizia è stato il giornalista Marco Preve […]

di Gabriele Piccardo
Gli ufficiali giudiziari assieme al direttore del porto Alberto Caprile

Gli ufficiali giudiziari assieme al direttore del porto Alberto Caprile

Gli ufficiali giudiziari del tribunale di Imperia si sono presentati questa mattina negli uffici della Porto di Imperia S.P.A. per notificare il provvedimento di pignoramento del porto di Imperia. Il provvedimento è legato ai quei 142 milioni di euro che il fisco pretende dalla Porto di Imperia S.P.A. A dare per primo la notizia è stato il giornalista Marco Preve del quotidiano “La Repubblica”. Si tratterebbe di un sequestro cautelativo da 130 milioni di euro. Gli ufficiali giudiziari avrebbero stilato un elenco di tutti i beni di proprietà della società: scrivanie, computer, gommoni, furgoncini etc. I beni essenziali per la gestione del porto rimarranno a disposizione della porto di Imperia S.P.A. per consentire l’attività ordinaria del porto.

La Commissione Tributaria Provinciale ha accettato la richiesta formulata dall’Agenzia delle Entrate lo scorso 8 luglio. La misura cautelare è stata richiesta a seguito di presunte violazioni tributarie della Porto di Imperia S.P.A. per un valore pari a 142 milioni di euro relative agli esercizi 2007-2008-2009-2010. Sarà difficile per il collegio del tribunale di Imperia, che dovrà esprimersi sulla richiesta di concordato preventivo presentata dalla Porto di Imperia S.P.A., non tener conto di questi ultimi sviluppi. Il fallimento per la società appare sempre più prossimo.