Home, Politica — 24 dicembre 2013 alle 09:24

PROSCIOLTI DAL GIUDICE. EX ASSESSORI GIUNTA SAPPA RISARCITI DAL COMUNE CON 13 MILA EURO – Nell’inchiesta per abuso d’ufficio relativa alle colonnine del porto di Oneglia

Il Comune di Imperia ha messo a bilancio 13.800 euro per rimborsare le spese legali agli ex assessori del Comune di Imperia prosciolti dal Giudice delle indagini preliminari Massimiliamo Botti nell’ambito dell’inchiesta per abuso d’ufficio relativa all’assegnazione, nel 2007, alla Porto di Imperia Spa, senza gara, delle colonnine per l’erogazione di luce e acqua sul porto di Oneglia. Nel dettaglio, […]

di Mattia Mangraviti
L'ex assessore Sergio Lanteri

L’ex assessore Sergio Lanteri

Il Comune di Imperia ha messo a bilancio 13.800 euro per rimborsare le spese legali agli ex assessori del Comune di Imperia prosciolti dal Giudice delle indagini preliminari Massimiliamo Botti nell’ambito dell’inchiesta per abuso d’ufficio relativa all’assegnazione, nel 2007, alla Porto di Imperia Spa, senza gara, delle colonnine per l’erogazione di luce e acqua sul porto di Oneglia. Nel dettaglio, il Comune risarcirà con 2.700 euro circa Angela Ardissone, Claudio Baudena, Nicola Falciola, Gianfranco Gaggero, Marco Scajola, Paolo Re e Sergio Lanteri. Tra gli ex assessori figura anche Paolo Re, attuale consigliere comunale di maggioranza tra le fila del gruppo consiliare “Imperia Cambia”. Il Comune dovrà successivamente risarcire anche le spese legali dell’ex Sindaco Luigi Sappa e dell’ex assessore a Porti e Urbanistica Luca Lanteri, prosciolti lo scorso 18 dicembre.
In entrambi i casi sarà poi l’assicurazione Ina Assitalia a dover corrispondere gli importi impegnati dal Comune per le spese legali liquidate per la difesa dei politici prosciolti dalle accuse.