Home, Imperia — 30 dicembre 2013 alle 08:31

LA TRA.DE.CO. NON PAGA LE TREDICESIME NEANCHE IN PUGLIA PER DIFFICOLTÀ ECONOMICHE – Russo (M5S): “Quest’azienda non è in grado di fare fronte all’appalto, il Comune si adoperi per rescindere il contratto”

  I lavoratori della Tra.De.Co. s..r.l  nei comuni di: Altamura, Alberobello, Conversano, Santeramo in Colle, Gravina di Puglia, Fasano, Martina Franca, Minervino Murge e Imperia aspettano ancora la tredicesima. Dopo la notizia divulgata dal capogruppo del Movimento Cinque Stelle Antonio Russo sul mancato pagamento delle tredicesime ai lavoratori impiegati nel servizio di igiene ambientale, “ImperiaPost” è entrata in possesso della lettera inviata dai […]

di Gabriele Piccardo

 

tradeco

I lavoratori della Tra.De.Co. s..r.l  nei comuni di: Altamura, Alberobello, Conversano, Santeramo in Colle, Gravina di Puglia, Fasano, Martina Franca, Minervino Murge e Imperia aspettano ancora la tredicesima. Dopo la notizia divulgata dal capogruppo del Movimento Cinque Stelle Antonio Russo sul mancato pagamento delle tredicesime ai lavoratori impiegati nel servizio di igiene ambientale, “ImperiaPost” è entrata in possesso della lettera inviata dai sindacati pugliesi in cui si annuncia lo stato di agitazione per il mancato pagamento della tredicesima mensilità.

Dalla lettera si evince che la società di Altamura ha rappresentato alle parti sociali uno stato di difficoltà economica ma che allo stesso tempo si sarebbe impegnata, proprio come proposto ai sindacati imperiesi, il pagamento nella misura 50% delle tredicesime entro il 20 dicembre (a Imperia entro il 28) ma ciò non è avvenuto. 

“La situazione relativa alla Tra.De.Co. s..r.l – ha detto il capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio Antonio Russomi sembra più tragica di quanto potessimo sospettare e comunque in linea con quanto da tempo denunciamo. Quest’azienda non è in grado di fare fronte all’appalto del servizio di igiene ambientale di Imperia. Crediamo opportuno che anche l’amministrazione Capacci debba mettere in atto tutte le opportune azioni a tutela dei cittadini di tutto il comprensorio e muoversi nel senso del superamento di questo contratto. Bisogna andare oltre  la Tra.De.Co.”

Ecco la lettera firmata da: F.P. CGIL, FIT CISL, UIL Trasporti e FIADEL inoltrata per conoscenza anche al Prefetto di Bari, al Prefetto di Brindisi, al Prefetto di Taranto, al Prefetto della BAT e ai Sindaci dei Comuni di: Altamura, Alberobello, Conversano, Santeramo in Colle, Gravina di Puglia, Fasano, Martina Franca, Minervino Murge.

“Le scriventi OO.SS. , nell’elevare vibrata protesta per la mancata osservanza degli impegni assunti da codesta Società circa il pagamento della 13^ mensilità al personale dipendente, con la presente dichiarano lo STATO DI AGITAZIONE e preannunciano la proclamazione di una giornata di sciopero subito dopo il periodo di “ franchigia ed esclusioni “ previsto dalle vigenti disposizioni in materia.

Giova rammentare che in occasione dell’incontro del 10/12/2013 le scriventi OO.SS., mentre hanno preso atto delle difficoltà economiche rappresentate da codesta Società – da cui traeva origine la comunicazione relativa alla corresponsione della 13^ mensilità in due trance ( il 50% entro il 20 dicembre ed il restante 50% non oltre il 15 gennaio ) - hanno, comunque, rivendicato l’osservanza delle norme contrattuali in materia di che trattasi, non mancando di evidenziare i riflessi negativi di tanto sui bilanci familiari dei lavoratori già pesantemente compromessi dalla crisi in atto”.